Turismo: inchiesta Qds svela dati contraddittori su presenze

Turismo: inchiesta Qds svela dati contraddittori su presenze

La Regione smentisce la Regione sui dati dei turisti in Sicilia, riportando tutti coi piedi per terra dopo i proclami di meta’ luglio in cui si annunciava un boom di visitatori e una crescita del settore del 21%.

E’ quanto si legge nell’inchiesta pubblicata sul Quotidiano di Sicilia dal titolo “Regione, quelle bufale sui turisti”. Gia’ nei giorni scorsi Bankitalia aveva fatto suonare un campanello d’allarme: nei primi dieci mesi dell’anno appena concluso, 400 mila arrivi in meno nell’Isola (considerando solo i visitatori stranieri) e 5,8 milioni di pernottamenti “persi” rispetto al 2015.

L’assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo, scrive il Quotidiano di Sicilia, non sembra essere preoccupato “I dati Bankitalia rispetto ai nostri sono in controtendenza, ma i dati ufficiali sono i nostri, e attestano un +21% di crescita nelle strutture ricettive e +26% di presenze in piu’ sull’Isola”. Ma la sorpresa e’ dietro l’angolo.

L’Osservatorio turistico della Regione, interpellato dal QdS, “smentisce il suo assessore con i dati relativi al 2016 (seppure ‘provvisori e suscettibili di modifiche’, ci tengono a precisare): 13,3 milioni di pernottamenti e una diminuzione del 10,3% rispetto a quelli del 2014 (ultimi dati ufficiali sul sito dell’assessorato regionale al Turismo)”.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.