Da Azienda Campo Carboj a UniversitàRurale

Da Azienda Campo Carboj a UniversitàRurale

L’Ente di Sviluppo Agricolo, con propria determinazione ha adottato l’ipotesi di trasformare dell’Azienda Campo Carboj di Menfi in LiberaUniversitàRuraleEuroMediterranea.

In questi giorni il Direttore Generale Dott. Fabio Marino ha dato una significativa accelerata al percoro avviato oltre sette anni addietro, affidandomi la guida del processo di trasformazione.

La LUREM si ispira all’ European Rural University la loro origine risale alla metà dell’Ottocento negli Stati Uniti, dove la creazione di campus pluridisciplinariobbligò ad allontanare sempre di più l’università dai nuclei urbani. In Europa la prima Università rurale è nata in Francia, nel 1975, organizzata in sessioni regionali, diventa un esperimento nazionale nel 1983.

La LUREM rappresenta  l’evoluzione su scenario europeo  di « Un Villaggio di idee » promosso dal  GIT SiesA Gruppo d’interesse territoriale Sviluppo integrato e sostenibile dell’agrigentino (che ha tra i suoi partner il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Assessorato Agricoltura della Regione Siciliana,  il Dipartimento Scienze degli Alimenti e dell’Ambiente dell’Università di Messina, il Dipartimento DAAT della Facoltà di Agraria dell’Università di Palermo, IAMC – CNR Mazara del Vallo, la cui mission e vision stà plasmando il necessario dialogo fra “la conoscenza dell’imparato” e “la conoscenza delle esperienze”, tra teoria e prassi, tra riflessione e azione.

A Menfi l’incontro che da il via ad un progetto ambizioso,  la Libera Università Rurale EuroMediterranea.

Al convegno organizzato dall’osservatorio per lo sviluppo rurale, dell’Assessorato all’Agricoltura, in collaborazione con l’unità di comunicazione del Pon Ricerca del MIUR hanno partecipato il Prof. Corrado Barberis, Presidente dell’istituto di sociologia rurale, il Prof. Girolamo Cusimano, Direttore del Dipartimento BB.CC. dell’Università degli Studi di Palermo, il Prof Claudio Malagoli dell’Università di Scienze gastronomiche, Docente di etica dell’alimentazione, il Dott. Giuseppe Bivona, il Dott. Sergio Pellerito dell’Osservatorio per lo sviluppo rurale dell’Assessorato Agricoltura e Foreste Regione Siciliana, il Dott. Nino Sutera  coordinatore del GIT SiesA.  I lavori sono stati moderati da Fulvio Obici dell’unità di comunicazione del Pon Ricerca del MIUR.

 

di Nino Sutera

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.