Ares Menfi, sconfitta casalinga contro la Libertas 2010

Ares Menfi, sconfitta casalinga contro la Libertas 2010

Ares Menfi, sconfitta casalinga contro la Libertas 2010.
Cronaca e Tabellino.

Ares Menfi – Libertas 2010 1-3

Marcatori: 3’ Russo, 23’ e 15’ st Moreno Tartaglia, 40’ Cignetti N.

Ares Menfi: Avona, Abruzzo (22’ st Palmeri), Carelli F., Messina, Donaire, Giacalone, Russo, Terre, Galluzzo (1’ st Herrera), Sanchez, Carelli G. (1’ st Bivona). A disp.: Postolache, Centamore, Palminteri, Rumore. All.: Alesi.

Libertas 2010: Priolo, Moscato, Cignetti N., Saine, Lazzari, Argento, Ferrara, Castaldo, Moreno Tartaglia, Cignetti L. (44’ st Saydi), Cozma. A disp.: Giardina. All.: Consagra.

Arbitro: Rosario Zangara di Palermo.
Assistenti: Salvatore Girolamo Cucci e Vincenzo Modica di Trapani.
Note: Ammoniti Russo (AM), Priolo e Argento (L). Recupero: 0 – 2.

 

Niente da fare per un volenteroso Ares Menfi che perde 3-1 il confronto casalingo contro la lanciatissima Libertas 2010, terza forza del torneo ed una delle squadre più in forma del momento.
I padroni di casa hanno messo tanto cuore e voglia per conquistare un risultato positivo ma hanno dovuto quest’oggi fare i conti contro una cinica ma soprattutto ben messa in campo formazione avversaria che, non a caso, occupa una delle zone nobili della classifica.
La partita si era messa subito bene per i padroni di casa che, al 3’ minuto di gioco, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Giacalone c’è stata una corta respinta del portiere e sul pallone si è avventato il giovane Russo che di piatto destro ha messo in rete per la più che comprensibile gioia sia dei suoi compagni che dei tifosi presenti.
Al 21’ ancora in avanti l’Ares Menfi che potrebbe raddoppiare con il difensore argentino Donaire, autore di un gran bel colpo di testa sul quale il portiere Priolo ha compiuto uno strepitoso intervento.

Nel calcio il famoso detto “goal fallito goal subìto” non si smentisce mai, ed ecco che al 23’, su capovolgimento di fronte, gli ospiti raggiungono il pareggio grazie all’attaccante Moreno Tartaglia (autore di un’ottima prestazione) che sfrutta nel migliore dei modi un invitante cross dalla destra di Ferrara e batte il portiere Avona.
Al 40’ arriva il tris della Libertas 2010 grazie al difensore Nicolas Cignetti che si fa trovare pronto in area di rigore raccogliendo un cross ancora dalla fascia dalla destra.
Al 42’ l’Ares Menfi trova il goal del pareggio grazie ad una punizione battuta da Francesco Carelli ma il direttore di gara annulla per una presunta spinta ai danni del difensore ospite Saine.
Nella ripresa si complicano i piani di rimonta per la formazione menfitana che deve fare a meno dell’unico attaccante di ruolo, Pasquale Galluzzo, rimasto negli spogliatoi per un problema muscolare.
Al 60’ arriva la terza rete per la formazione del tecnico Angelo Consagra ancora con l’attaccante Moreno Tartaglia che con un preciso destro supera il portiere.
Lo stesso attaccante al 69’ potrebbe firmare la sua personale tripletta ma, davanti al portiere Avona, sciupa incredibilmente mandando il pallone sopra la traversa. Ma sarebbe stata, comunque, una punizione eccessiva per Giacalone e compagni che, nonostante tutto, hanno cercato di rimanere in partita contro i più quotati avversari.
La Libertas 2010, dal canto suo, ha dimostrato di essere una formazione in grado di dire la sua per le restanti cinque partite e di disputare, in maniera più che dignitosa, i play-off per la promozione nonostante quest’oggi sia arrivata in formazione rimaneggiata e con soli tredici giocatori in distinta.

“Sono fiero di tutti i ragazzi che ci stanno mettendo l’anima per questa maglia – dichiara il presidente dell’Ares Menfi, Ludovico Viviani. Il loro amore per il calcio ci fa ben sperare per il futuro calcistico di questa società”.
Soddisfatto a fine gara il tecnico ospite Angelo Consagra, vecchia bandiera del calcio isolano nel Licata dei miracoli di Zeman: “Oggi non era facile per noi, e nonostante ci siamo presentati con una formazione rimaneggiata a causa di infortuni, impegni scolastici di alcuni juniores e impegni lavorativi di qualcuno ritengo che la mia squadra ha disputato una buona gara. Vogliamo continuare a fare bene in questo finale di stagione ed il nostro obiettivo è quello di disputare i play – off e cercare di fare bene.”
E le premesse ci sono davvero tutte.

Giannicola Scopelliti

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.