Le normative europee a tutela del gioco d’azzardo responsabile

Le normative europee a tutela del gioco d’azzardo responsabile

Per quanto riguarda le leggi europee sul gioco d’azzardo è da segnalare la notizia che interessa la Svezia, paese da sempre all’avanguardia per quanto concerne il discorso legato al gioco e alla sua regolamentazione. Mentre in Italia si sta procedendo verso una stangata per combattere il fenomeno crescente della ludopatia, con conseguente chiusura part-time delle sale da gioco di tipo fisico in orari prestabiliti e da concordare dalla Penisola scandinava giungono importanti novità che entreranno in vigore a partire dal prossimo gennaio 2019. La legge che regola il rilascio di licenze e che segue la prassi del gioco responsabile e di sistemi di controllo sempre più immediati e al contempo sofisticati, rilascerà licenze per il gioco agli esercenti che pagheranno circa 40.000 euro all’anno solo per il gioco mentre per gioco più scommesse la cifra sarà pari a circa 68.000 euro. Si tratta di un’importante svolta per quanto riguarda la Svezia, Paese europeo che di fatto si allinea con altre realtà che di recente hanno cambiato le loro normative in materia di gioco d’azzardo responsabile.

Nei mesi passati abbiamo infatti visto come anche la Danimarca e soprattutto la Svizzera sia intervenuta con leggi specifiche per contrastare il gioco d’azzardo e renderlo maggiormente regolamentato. Tale assunto si riferisce sia al gioco da casinò terrestre che a quello votato verso il gioco online. In effetti le cifre raccolte negli ultimi 2 anni ci dimostrano come il gioco online sia in rapida crescita e in netta espansione, per quanto riguarda l’Europa con Paesi come Italia, Spagna e Portogallo che dopo il Regno Unito diventano di fatto i maggiori mercati, specialmente per quanto riguarda la possibilità di far entrare realtà consolidate sul mercato globale per il gambling online. Sotto questo punto di vista bisogna ricordare come i casino online con bonus di benvenuto offrano ai propri clienti la possibilità di testare il gioco senza dover spendere il proprio denaro, al fine di creare una rete di nuovi utenti attivi sulle proprie piattaforme di gioco. Questo tipo di sistema viene definito affiliazione online ed è uno dei metodi più efficaci per far conoscere una nuova realtà presente sul mercato, oppure per consolidare quelle già esistenti.

Il 2018 a livello legislativo è stato un anno di grandi novità e di proposte molto interessanti in materia del gioco d’azzardo. Sarà interessante capire come si muoverà il Governo Conte, visto che al suo interno vi sono delle forze politiche che da sempre hanno dichiarato che il gioco d’azzardo in Italia necessita di nuove leggi e che il problema della ludopatia debba essere risolto e gestito dallo Stato. Potrebbero cambiare molto le cose, dato che i precedenti governi erano stati molto tolleranti e permissivi verso l’industria del gioco d’azzardo e quella delle lotterie. Tuttavia in Italia il fenomeno del gioco è assai radicato e non sarà facile sovvertire e modificare le abitudini degli utenti che giocano abitualmente. Resta da stabilire se l’eventuale freno e stangata riguarderà esclusivamente il gioco d’azzardo da casinò terrestre oppure anche quello digitale online.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.