Unione “Terre Sicane” al lavoro. Sul tavolo la questione acqua pubblica

<strong>Unione “Terre Sicane” al lavoro</strong>. Sul tavolo la questione acqua pubblica

Approvato all’unanimità, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio dell’Unione dei Comuni “Terre Sicane”, lo schema di convenzione per la costituzione della Centrale di Committenza.

Teresa_Monteleone_Terre_SicaneAl voto hanno preso parte anche i consiglieri del Comune di Caltabellotta che, dopo l’adesione votata all’unanimità nel dicembre scorso, entrano a pieno titolo a far parte dell’Ente sovracomunale.

L’ingresso del Comune montano, all’interno dell’Unione, disegna quindi una nuova geografia politica. La nuova mappa, con l’inglobamento dei nuovi consiglieri caltabellottesi, delinea infatti un nuovo Consiglio costituito adesso da ben 15 rappresentanti così suddivi:

  • Menfi: Vito Clemente, Ludovico Viviani, Ignazio Ferraro.
  • Montevago: Monteleone Maria Teresa, Arcuri Giuseppe, Giambalvo Michele.
  • Santa Margherita di Belice: Viola Gaspare, Mangiaracina Giuseppe, Ciaccio Francesco.
  • Sambuca di Sicilia: Arbisi Sario, Vaccaro Stefano, Abruzzo Loretta.
  • Caltabellotta: Grisafi Daniela, Pumilia Patrizia, Abbruzzo Mario.

“Sono soddisfatta per il risultato ottenuto– dichiara il presidente del Consiglio delle “Terre Sicane”, Teresa Monteleone-. Stiamo lavorando a pieno ritmo e con tanto entusiasmo. In settimana ci occuperemo della questione gestione pubblica dell’acqua. A tal proposito è stata convocata la conferenza all’Unione nella sede di Menfi con i 5 Presidenti dei Consigli Comunali di Menfi, Montevago, Santa Margherita di Belice, Sambuca di Sicilia e Caltabellotta”.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.