Grano made in Sicily: alta qualità sanitaria

<strong>Grano made in Sicily</strong>: alta qualità sanitaria

Alla ricerca di una vita migliore poniamo sempre più la lente d’ingrandimento sugli alimenti.

Cibo sano per un alimentazione sana che assolve all’importante azione di prevenzione primaria nei confronti dell’insorgenza di patologie cronico degenerative.

Grano made in Sicily: alta qualità sanitaria

Se la qualità nutrizionale è importante, la qualità  igienico sanitaria lo è ancor di più, infatti quest’ultima può esser definita come un prerequisito fondamentale per definire il valore di un alimento.

L’assenza di micotossine (sostanze chimiche, per lo più a basso peso molecolare, prodotte dal metabolismo secondario dei miceti e tossiche per gli animali e l’uomo) nelle produzioni di frumento duro siciliano è stata confermata da diversi programmi di ricerca implementati anche su scala nazionale e confermati dal laboratorio del Consorzio Ballatore.

La salubrità è accertata anche da uno studio effettuato nell’ambito del progetto Sisacer (misura 4111 del PoFesr Sicilia), gestito dalla Cooperativa Valdittaino con il coordinamento scientifico dell’Università di Catania e la partecipazione del Consorzio Ballatore: analizzando mensilmente campioni provenienti dai silos di quattro grandi aziende di trasformazione che operano in Sicilia, raramente sono stati riscontrati campioni positivi.

Nei pochi casi di presenza di micotossine i dosaggi rilevati, confermati con metodiche accreditate in HPLC (High Performance Liquid Cromatography), sono stati inferiori a un decimo della soglia prevista dalla legge.

I limiti di legge relativi alla presenza di micotossine negli alimenti vengono fissati dall’UE a seguito di pareri resi da una commissione di esperti ( Scientific Committee on Food).

Quindi, da quanto risulta dalle ricerche, il grano made in Sicilia ha un’elevata qualità igienico sanitaria e ciò è dovuto dai bassi valori di umidità della granella (o chicco del frumento è una cariosside, ovvero non ha semi distinti dal resto dell’involucro. Essa è un frutto secco indeiscente, ossia non si apre a maturazione completa) raccolta, che ostacolano l’insorgenza di muffe tossigene.

Questa del grano siciliano è una caratteristica intrinseca che, se gestita nell’ambito di un processo di certificazione del prodotto, potrebbe essere comunicata al consumatore e offrire possibili occasioni di valorizzazione della relativa filiera produttiva.

Grano siciliano, grano sano!

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.