Il “Megafono” è di moda per gli autonomisti!

Il <strong>“Megafono”</strong> è di moda per gli autonomisti!

Dopo l’autonomia mordi e fuggi dei partiti che ritornando in coalizione con la Lega Nord hanno perso credibilità, sul panorama siciliano sta emergendo un movimento che si caratterizza soprattutto per il suo leader, come avete ben capito parlo del movimento “Il Megafono” e del Governatore della Regione Sicilia Rosario Crocetta.

Rosario Crocetta
Rosario Crocetta

Cavalcando l’onda forte della vittoria alle elezioni regionali, Crocetta, in un periodo di proclami, tagli, spostamenti di funzionari e tanto altro duro lavoro all’Ars, mostra lungimiranza e mira a rafforzare il suo movimento presentando alle prossime elezioni politiche una lista al Senato.

La sfida è dura ma per l’odierno rivoluzionario questo non sembra un ostacolo insuperabile, basti pensare che lo stesso Crocetta ha dichiarato: “In Sicilia il movimento “Megafono” sarà il primo partito, supererà anche il Pd”.

Visionario o sicuro del possibile risultato? La lista ha come punta di diamante il Sen. Giuseppe Lumia e poi tanti altri uomini e donne con il loro bagaglio politico-culturale.

Ma la sicurezza del Super Governatore senza macchia, che in Regione Sicilia dopo le parole sta dando seguito ai fatti, deriva dalla grande risposta che sta avendo dalla base. Si, le risposte Crocetta le sta avendo dal più piccolo paese di montagna, passando per le cittadine di mare e dalle grandi città siciliane.

Molti la definiscono una transumanza di uomini e donne che scappano da partiti la cui scomparsa è molto vicina, altri il potere ammaliante dell’uomo del momento.

Crocetta o chi per lui sul campo, cioè dai vari paesi alle grandi città, dovrà decidere chi far salire sul carro che rischia di esser vincente.

Bella scelta per Crocetta, seguire la sua linea di protesta con i siciliani e contro la vecchia politica o far entrare nel movimento volpi, volponi più o meno autonomisti?

Buona scelta sig. Presidente!

Scrivi un commento da Facebook

One Response to "Il “Megafono” è di moda per gli autonomisti!"

Lascia una risposta

Your email address will not be published.