L’umiltà di chi ha perso quasi tutto

<strong>L’umiltà</strong> di chi ha perso quasi tutto

Si proprio l’essere Umili, avvolte porta a veri e propri disastri familiari.

Nella qualità di Presidente del C.A.V di Menfi, oggi posso affermare che l’essere umili, non avere il coraggio di chiedere, porta veramente a disastri familiari.

CAV Menfi
Centro di Aiuto alla Vita di Menfi (Ag)

Durante i primi tre mesi del 2013, noi Operatori del Centro di Aiuto alla Vita di Menfi, abbiamo cercato nel limite delle nostre possibilità, ad aprire le porte anche a quei casi dove non c’è di mezzo la vita di un bambino, lo abbiamo fatto perché spesso vedere persone venirti a chiedere la spesa e non poter assolvere a quella richiesta, per chi crede nei valori del donare a chi ha bisogno, viene alquanto difficile, anzi non attuabile.

Però oggi, noi ci troviamo in serie difficoltà perché come ben sapete, cari lettori, dal 14 di Gennaio del 2010, data in cui abbiamo costituito l’Associazione, abbiamo svolto un compito non indifferente sul territorio, l’aver strappato alla morte oggi 39 bambini, e aiutato 63 donne con problemi legati ad una gravidanza difficile o indesiderata, secondo noi va al di là di tante altre emergenze.

Vero è che oggi si è perso il vero senso della Vita, i continui messaggi, dei media su fatti di donne che buttano i figli appena nati nei gabinetti, bimbi lasciati nei cassonetti della spazzatura, persone sgozzate, perché credono nella religione Cattolica, donne maltrattate e altro, inducono a l’uomo che è un essere facilmente vulnerabile e mutabile, ad un ragionamento errato, quello dell’indifferenza.

Noi del C.A.V oggi chiediamo a tutta la cittadinanza di Menfi e non solo che la nostra Associazione, purtroppo vive di sole offerte da liberi cittadini che se vengono meno, come in questo momento, siamo costretti a chiudere le porte a quei casi di famiglie che si sfasciano per colpa della povertà.

Oggi si assistono delle vere e proprie liti familiari, perché dovete cari lettori sapere che la disperazione porta ad un comportamento errato in famiglia, tipo quello di buttarsi all’alcool, al gioco nella speranza di trovare la fortuna che cambierebbe la vita, ma non è così anzi porta perdizione, come anche per la donna che ricorre alla prostituzione, nel lasciarsi toccare da gente con i soldi.

Purtroppo oggi noi in Associazione dobbiamo assistere ad una perdizione di massa, e spesso per motivi economici che riversa tutto il mondo del Volontariato, siamo costretti a rimanere sterili davanti ad un così grave problema.

Voglio ricordare a tutti che in Italia esistono 335 Centri di Aiuto alla Vita e che tutti vivono di aiuto da parte degli Enti Locali che Regionali, tranne quelli della nostra amata Sicilia, su 47 C.A.V nessuno prende finanziamenti, infatti con la grave crisi che attanaglino le nostre famiglie, presto chiuderemo i battenti dell’Associazione, sicuramente con gravi danni principalmente alla VITA NASCENTE  ed in secondo un danno a quelle persone facilmente vulnerabili, quindi aspettiamoci prossimamente di avere un aumento vertiginoso di furti ed altro, fino ad oggi il Volontariato ha cercato di tamponare, oggi non è più possibile.

Per chi volesse fare qualche offerta a sostegno al Centro di Aiuto alla Vita di Menfi, può farlo o tramite Bonifico Bancario sul Conto ITO4EO200882990000300758844 intestato al C.A.V di Menfi o venire in Associazione tutti i Giovedì dalle 16,30 alle 18,30  per maggiori informazione, telefonare al 3313477860, oppure devolvere il 5×1000 in occasione della Dichiarazione dei Redditi al C.A.V inserendo il CF. 92020170848. Ricordo a tutti che non necessariamente l’offerta deve essere in denaro, si gradiscono, corredini per neonati, prodotti di prima necessità, come latte omogeneizzati pannolini salviettine e quanto altro occorra per l’igiene del bambino, ma anche prodotti di generi alimentare anche per adulti.

RICORDATE, I C.A.V ESISTONO PERCHE’ VOI LI FATE ESISTERE, GRAZIE PER LA FIDUCIA CHE CI DATE

 

Il Presidente Francesco Sutera.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.