Google pensione “Reader”

<strong>Google</strong> pensione “Reader”

Pulizie di primavera” a Mountain View: Google pensiona “Reader“, uno dei più popolari servizi per aggregare flussi di notizie online automatizzati, generando proteste tra milioni di utenti, che provano a chiamare in causa pure il presidente Barack Obama.

Google Reader
Google Reader

Ma c’e anche la corsa a un degno sostituto. Ad annunciare la decisione è la società sul proprio blog. «Nonostante il servizio abbia un “seguito” fedele – scrive Urs Holzle, senior vice president dell’infrastruttura tecnica di Google – negli anni il suo utilizzo è calato. Ecco perché a partire dal primo luglio 2013 lo manderemo in pensione».

Nel post si annuncia la chiusura di otto servizi ma è la decisione su Reader che ha fatto immediatamente parlare di sé. Lanciato nel 2005, Reader consente agli internauti di restare aggiornati, ricevendo automaticamente notifica di notizie e contenuti.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.