Le aziende del vino puntano su e-commerce e social network

Le <strong>aziende del vino</strong> puntano su e-commerce e social network

Il vino, elemento essenziale in uno dei più importanti eventi sociali dell’antica Grecia, il Simposio, letteralmente “bere insieme”.

Il nettare di Bacco come momento di condivisione. Un rituale sopravvissuto nei secoli e che ancora oggi si ripete seppure in forme più attuali. Cambiano le tecnologie che ci sono dentro ad un bicchiere di vino, e cambiano le scelte di consumo. Si beve meno, ma meglio. E se fino a dieci anni fa ci si poteva affidare solo alle guide di vini e alle pubblicità istituzionali per farsi un’idea di una bottiglia, oggi ci si può immergere nelle cantine della Rete. Le botti 2.0 sono un fenomeno che sta contagiando le aziende del Belpaese fino ad ora presenti poco e male sul web.

Vinitaly Wine Club
Vinitaly Wine Club

Solo una piccola percentuale di cantine italiane utilizza la vendita on line e la maggior parte dei siti non richiama neanche lontanamente una vetrina. Quasi tutti hanno una pagina fan su Facebook, ma in pochi la pubblicizzano nel proprio sito, pochi hanno un profilo Twitter e pressoché assenti sono i canali Youtube. La tendenza, però, si sta invertendo. E i produttori di vino italiano cominciano ad investire nel web, migliorando i propri siti e la propria presenza sui social network.

Resta stagnante, invece, il fronte dell’e-commerce. Il business complessivo in Italia è stimato sotto i 30 milioni di euro. Investire su Internet e sulla comunicazione digitale, anche per le aziende del vino, oggi non è più solo un’opportunità, ma una necessità per allargare il mercato oltre la nicchia di consumatori fidelizzati e raggiungere gli italiani che stentano ad abbandonare i tradizionali canali di vendita.

Una spinta in questa direzione arriva da Vinitay 2013 in corso a Veronafiere. Nel corso della 47 edizione della manifestazione è stata lanciata VinitalyWineClub, una piazza virtuale per la promozione e la vendita on line del vino. La piattaforma sarà suddivisa in tre aree: un Wine Blog a cui accedere per avere informazioni su territori, aziende e vini; un Wine Shop dove il consumatore finale potrà acquistare bottiglie “di qualità a un giusto prezzo”; un Wine Club riservato a chi vuole conoscere vini nuovi ed etichette emergenti.

 

Tra i professionisti del vino di Agrigento che prenderanno parte alla 47esima edizione del Vinitaly, salone internazionale del vino e dei distillati a Verona, spiccano i nomi: Santi Planeta di Planeta Menfi; Giovanni Greco, presidente Viticultori Associati di Canicattì; Antonella Imborgia cantine Settesoli di Menfi; Davide Di Prima cantina Di Prima Sambuca di Sicilia; Marilena Barbera, dell’omonima cantina situata a Menfi; Carmelo Bonetta di Cristo di Campo Bello e l’azienda agricola Milazzo, di Campobello di Licata.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.