Rosario Loria presenta la Divina Commedia tradotta in siciliano

<strong>Rosario Loria</strong> presenta la Divina Commedia tradotta in siciliano

Rosario Loria presenta a Menfi, presso Palazzo Planeta, domenica 23 giugno 2013 alle ore 18, accanto la Chiesa di Santo Rocco, con i relatori, Nina Barbera Palmeri, professoressa Lucia Mazzara, narratrice e poetessa, il professore Vito Raia, la Divina Commedia, tradotta in Siciliano strutturato, con l’alfabeto a trentasei lettere, arricchito dalle tredici doppie.

Rosario Loria
Rosario Loria

E’ la prima volta nella storia letteraria siciliana, che un tale alfabeto viene applicato ad un’opera, sia pure di traduzione, così importante, nell’interezza dei suoi cento Canti, in tre volumi, in edizione di lusso. Ed è la prima volta che queste regole che canalizzano il nostro dialetto, elevandolo al ruolo di Lingua siciliana, con questo sistema, consentono di attuare una lettura vocativamente fonetica, uscendo dalla lettura immagino-interpretativa corrente.

Un’opera unica, perchè strettamente imparentata con la lingua italiana, la quale ha molti settori impiantati sul dialetto del trecento che si parlava tra le tre provincie di Palermo, Trapani ed Agrigento, e precisamente nell’interland, ove i paesini, inappetibili agli invasori e ai predoni, dal punto di vista del saccheggio, hanno mantenuto intatte le tracce storiche di questo straordinario idioma latineggiante.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.