Menfi. “Atmosfere mediterranee e sonorità siculo balcaniche in Enoteca”

<strong>Menfi</strong>. “Atmosfere mediterranee e sonorità siculo balcaniche in Enoteca”

Magia del Natale, scintillio di luci intermittenti, buon vino, ottimo cibo, intrattenimento da intenditori, professionalità dell’esperto sommelier e atmosfera amichevole e calorosa. Una serata allestita da Cantina Corbera per celebrare le prossime festività natalizie nel luogo depositario della cultura vinicola dell’intero territorio del Belìce: l’Enoteca Strada del Vino Terre Sicane.

Alberto-Di-Rosa-e-Coco-Gulotta
Bottega Retrò: Alberto Di Rosa e Cocò Gulotta.

“Atmosfere mediterranee e sonorità siculo balcaniche in Enoteca” è il titolo della serata che si svolgerà, venerdì 20 dicembre, nella sede dell’Enoteca Strada del Vino Terre Sicane, via Santi Bivona, 13 a Menfi. Sarà possibile cenare e degustare i vini di Cantina Corbera in abbinamento a piatti della tradizione, abilmente reinventati in chiave moderna.

La presentazione dei piatti e dei vini sarà affidata alla professionalità di Erina Migliore, sommelier e Delegato AIS Agrigento, profonda conoscitrice dei vini e dei prodotti del territorio.

Un menù realizzato con ingredienti semplici, sani e siciliani, appositamente per Cantina Corbera per meglio esaltarne i vini prodotti con amore e passione dai viticoltori del Belìce.

Dopo cena si potrà continuare a degustare i vini di Cantina Corbera, accompagnati dai dolci tipici preparati dal maestro pasticcere Piero Tumminello e godere dello spettacolo pop mediterraneo e folk-rock, di sonorità latinoamericane e swing, di sincopato anni ’30 e atmosfere siculo-balcaniche dei Bottega Retrò, progetto ideato da Cocò Gulotta (attore-cantautore) e Alberto Di Rosa (chitarrista e compositore) appena tornati da un mini Tour in giro per l’Italia per presentare il nuovo album di inediti “Per il resto…tuttapposto!”.

Il duo si esibirà in monologhi, canzoni, giochi musicali ed invenzioni linguistiche proposti al pubblico con incisiva presenza di palco, alla maniera del teatro-canzone: un’energia contagiosa che Cocò Gulotta usa ad arte per porgere al pubblico con lucida leggerezza i suoi testi ricchi di capricci linguistici e giocolerie verbali, ma anche di contenuti autentici e per nulla scontati.

Un circo metropolitano dove personaggi, veri o sognati, si alternano per raccontare vizi e virtù di una società corrotta e degradata, tuttavia ancora capace di sorprenderci con le sue meraviglie.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.