Com’è andato questo Natale? Previsioni per il 2014?

<strong>Com’è andato questo Natale?</strong> Previsioni per il 2014?

Ben tornati amici e amiche! Innanzitutto voglio augurare a tutti voi un buon e felice anno, carico di novità e sopratutto…. di bei giochi!

Statistiche_NintendoIl Natale 2013 è ormai passato alla storia come il primo delle ultime due nuove console di questa ottava generazione, registrando un calo generalizzato delle vendite dovuto probabilmente alla situazione mondiale non proprio esaltante, all’uscita della nuova PlayStation 4 e dell’XboxOne sul calare di Novembre (lasciando Natale un po’ privo di titoli di rilievo per queste due console, non essendo retrocompatibili) e all’attesa/curiosità, di vedere cosa ci riserverà questo 2014 così carico d’aspettativa.

Ma andiamo con ordine: Microsoft può vantare un capitale di base maggiore rispetto alle due “rivali” e un bacino d’utenza molto forte negli USA, ma la mancanza di giochi qualitativamente eccellenti ha portato buona parte dell’utenza regolare ad attendere appunto qualche bel Tripla A prima di affrontare una spesa così esosa (499 euro). Considerato ciò comunque, le vendite hanno fatto registrare, ai primi di Gennaio, la cifra quasi tonda dei 3 Milioni di console vendute nel mondo, il che, direi, non dipinge affatto un panorama negativo per il colosso americano, tutt’altro. Ryse, Dead Rising 3 e Forza, hanno spinto le vendite, ponendo una base installata al di sotto delle aspettative ma pur sempre positiva. Consiglio? Aspettate qualche mese, il prezzo è troppo alto e i giochi arriveranno tra 6-8 mesi, o almeno mi riferisco ai giochi di un certo livello. La presenza di Halo tra i nuovi titoli in uscita, ha creato comunque parecchio Hype (aspettativa), ergo si può facilmente dedurre che il lancio della console sia tutto sommato di ottimo livello.

Passiamo all’altro colosso appena sbarcato sulle spiagge della nuova generazione: Sony. PlayStation 4 infatti, è partita molto bene, piazzando fino a questa prima metà del mese di Gennaio, poco più di 4 Milioni di console, superando la rivale e avvicinandosi molto pericolosamente all’ammiraglia compatriota. Da notare come la console nipponica debba ancora esser presentata in terra del Sol Levante, ergo ben presto le vendite risaliranno alle stelle. Era la gran favorita e si è confermata tale. E’ vero, molti, quasi tutti gli acquisti sono stati effettuati sulla fiducia, vista la magrezza della libreria videoludica attuale, ma il compratore medio sa bene che i capolavori arriveranno nella media-lunga distanza. Considerata l’ottima partenza però, i titoli di spicco come Knack e Killzone, non hanno brillato. Un vero peccato, avrebbero potuto spingere ancora più le vendite della console casalinga per eccellenza. Consiglio? Aspettate anche qui. Il prezzo iniziale di 399 euro, non è destinato ad abbassare per un bel po’ di tempo, ma i giochi arriveranno nella seconda metà del 2014, ergo, magari attendete fino ad allora, chissà che non troviate una bella offerta magari in bundle con un bel gioco appena venuto fuori. In prospettiva un acquisto assolutamente obbligato.

Andiamo adesso al Natale targato Nintendo. La sua console portatile, il 3ds, sembra ormai inarrestabile con i suoi 42 Milioni di acquirenti e oltre ad acquistare il titoli di console più venduta del 2013, si propone come vincitrice di questo anno appena entrato con un paio di ottimi acquisti alcuni dei quali già in circolazione, come l’ultimo capitolo di Kirby. Basteranno un paio di titoli di rilievo per far monetizzare ancor più… arriveranno e saranno pure tanti. Ps Vita invece (concedetemi l’off topic), conferma la sua prima annata negativa, annata in cui è riuscita soltanto ad imporsi discretamente in Giappone nel periodo natalizio con l’arrivo dell’ultimo Final Fantasy X2 HD, ma anche lì, l’effetto è già quasi del tutto svanito. Servono giochi di rilievo, senza se e senza ma.

Torniamo al capitolo più annoso e spinoso dell’anno: WiiU. La console casalinga Nintendo, come sappiamo ormai da tempo, è partita davvero male e senza giochi importanti e senza novità di rilievo ha fatto davvero fatica ad imporsi in qualsiasi mercato mondiale, ma l’ottimo lavoro svolto dalla casa di Kyoto da Luglio a Dicembre, ha portato ad una netta ripresa, abbassando anche il prezzo di vendita iniziale a 249 euro con un gioco compreso (attestandosi quindi sui 199 euro per la console senza titoli inclusi). Attenzione, non che la situazione sia rosea, ma almeno adesso si vede la luce infondo al tunnel e quello che si prospetta non appena usciti è meraviglioso. Se WiiU infatti, ha piazzato 5.5 Milioni di copie fino a questo momento, le sue vendite sono destinate a schizzare in alto grazie all’arrivo di una serie considerevole di Tripla A targati Nintendo e per la prima volta da quando la console ha visto la luce, il reparto pubblicitario sta funzionando davvero, creando delle aspettative davvero notevoli. Donkey Kong, Zelda, Mario Kart, Bayonetta 2, Super Smash Bross, X, Hyrule Warriors, Metroid, costituiscono una certezza assoluta anche in fase di vendita, sopratutto se si considera il bacino di utenza Nintendo praticamente illimitato. Giochi come Mario Kart, Zelda e X, saranno la motivazione ultima per l’acquisto obbligato di WiiU poiché andrebbero a creare quella libreria affollata di titoli qualitativamente sublimi capaci di spostare gli equilibri di qualsiasi scontro. La mossa a sorpresa effettuata nel Dicembre scorso poi (presentazione di Hyrule Warriors, spin-off della serie Zelda misto alla serie Dinasty Warriors), punta ad aumentare la base installata in territorio nipponico e per quanto mi riguarda, sembra rivelarsi davvero azzeccata. Inoltre, in un momento in cui le altre due console non possono vantare la possibilità di riutilizzare giochi per le piattaforme precedenti, WiiU resta l’unica capace di far partire titoli per Wii e/o antecedenti.

Si sa, Nintendo non lotta con nessuno se non con se stessa, ma quello visto negli ultimi mesi fa ben sperare. Secondo molti infatti, il 2014 sarà l’anno di Nintendo ed io la penso come loro.

Scrivi un commento da Facebook

2 Responses to "Com’è andato questo Natale? Previsioni per il 2014?"

Lascia una risposta

Your email address will not be published.