GeniusLoci De.Co: Quattro Gal, 100 comuni per una rete delle unicità verso l’Expo 2015

<strong>GeniusLoci De.Co</strong>: Quattro Gal, 100 comuni per una rete delle unicità verso l’Expo 2015

“Un progetto straordinario senza precedenti.”

Nell’ambito del progetto di cooperazione transnazionale “Prodotti Tipici e Dieta mediterranea”, 4 gal siciliani (Madonie, Sicani, Metropoliest e Natiblei), 1 gal emiliano romagnolo (L‘altra Romagna), 1 gal bulgaro (Chirpan) e due Agenzie di sviluppo straniere (ATLAS Tunisia e Regionalni razvojni center Koper Slovena), unitamente ad un partenariato nazionale ampio e variegato (I.Di.Med., SO.SVI.MA. S.p.A., CE.RI.S.-C.N.R., Consorzio Produttori Madoniti, CONAD Sicilia, I.A.M.C.-C.N.R., Associazione Strade del Vino Terre Sicane, Gal Val D’Anapo, G.A.T. Euromed, S.C.E. s.r.l., Consorzio Sicilia Hyblea, 7 A.S.P. siciliane (PA, AG, CL, EN, CT, RG, SR), e la Libera Università Rurale dei Saperi e dei Sapori Onlus, collaboreranno per diffondere i valori connessi all’utilizzo della Dieta Mediterranea.

La miglior difesa è un corretto modo di comportarsi a tavola. La dieta mediterranea

Il progetto, finanziato nell’ambito della Misura 421 del P.S.R. SICILIA 2007/2013, sarà presentato a Campofelice di Roccella (PA), presso la Masseria “Torre Garbinogara”.

La valorizzazione della Dieta Mediterranea, coinvolge necessariamente i prodotti di eccellenza del territorio siciliano, spesso associati all’identità di un luogo, nell’ottica anche della De. Co.

La Denominazione Comunale è un processo culturale, non è un marchio di garanzia di qualità, ma la carta d’identità di un prodotto, un’attestazione che lega in maniera anagrafica un prodotto/produzione/evento al luogo storico di origine.
In questo processo culturale, i disciplinari, le commissioni, e i regolamenti, mutuati dai marchi di tutela di tipo europeo (DOP, IGP, DOC, ect) sono perfettamente inutili.

Le De.Co. (Denominazione Comunale) nascono da una idea semplice, del grande Luigi Veronelli che così le spiegava: “attraverso la De.Co. il “prodotto” del Territorio acquista una sua identità”.
A terroir, termine francese, preferiamo il latino genius loci, un equilibrio di forze ed energie caratteristico di un luogo definito e pertanto irripetibile.

Il percorso di programmazione partecipata GeniusLoci De.Co. ideato dalla Libera Università Rurale Saper&Sapor Onlus è stato inserito tra gli esempi virtuosi del – FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER LA TERRA E IL PAESAGGIO – “Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori” Il Percorso prevede un modello dove gli elementi essenziali di relazionalità sono Territorio-Tradizioni-Tipicità (intesa come specificità) – Tracciabilità-Trasparenza, che rappresentano la vera componente innovativa. Il nostro percorso si articola in 10 steps da condividere con il territorio e per il territorio.

Il format è stato presentato, al Poster Session del Forum P.A. di Roma, e a VALORE PAESE economia delle soluzioni, organizzata da ItaliaCamp a Reggio Emilia.

“L’istituzione della De.Co per opera dei Sindaci – afferma Nino Sutera Direttore della Lurss.Onlus – non deve essere visto, né come una gara di Formula 1, né una corsa ad ostacoli, ma un modello che preveda il coinvolgimento e la condivisione della città e dei cittadini, per la valorizzazione dell’identità e delle unicità dei territori”.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.