Festa Ares Menfi. La Promozione è tua!

<strong>Festa Ares Menfi</strong>. La Promozione è tua!

L’Ares Menfi ritorna nel campionato di Promozione dopo la netta e convincente affermazione di ieri (4-1) nella finale disputata sul campo neutro di Carini contro il Bolognetta, giovane formazione palermitana del girone B del campionato di Prima Categoria.

Calcio_Ares_MenfiUna gara senza storia quella disputata dagli uomini del tecnico Di Giovanna davanti ad una bella cornice di pubblico con oltre 400 tifosi menfitani al seguito.

E pensare che la gara si era subito messa in salita per l’Ares Menfi che già al 3° minuto è andata sotto grazie ad una rete di Aiello (tra i migliori nella formazione palermitana) che ha sfruttato al meglio un cross dalla sinistra ed ha trafitto l’incolpevole portiere Avona.

L’Ares Menfi, però, non si scoraggia e riorganizza subito le idee. Al 10° ci prova, infatti, con il fantasista Campisi che calcia una punizione dal limite che sfiora l’incrocio dei pali.

Un minuto più tardi il pareggio dei menfitani grazie ad un calcio di rigore decretato dal direttore di gara per un fallo sull’attaccante Altamura. Si incarica del tiro dagli undici metri il capitano Tony Giacalone che batte il portiere avversario.

Al 15° ancora in avanti i biancazzurri con una punizione dai trenta metri battuta da Giacalone che manda la sfera fuori di poco.

Al 18° si fa vedere il Bolognetta con un bel tiro dell’attaccante Ranieri che manda la sfera di poco a lato.

Al 27° l’Ares Menfi passa in vantaggio grazie ad un potente tiro dal limite di Campisi che viene deviato con un colpo di tacco d’astuzia dall’esperto attaccante Altamura.

Due minuti dopo il Bolognetta si riaffaccia in area avversaria con una bella girata a volo del centrocampista Mantegna che non inquadra, però, la porta.

Al 35° ci prova, invece, il centrocampista Li Bassi (maiuscola la sua prova nonostante qualche problema muscolare) con una botta da fuori che si spegne sul fondo.

Nella ripresa non cambia la musica del match, anche se la prima occasione è per la compagine palermitana che con Gullo, da ottima posizione, impegna il portiere Avona che manda la sfera in angolo.

Dal decimo in poi è un monologo dell’Ares Menfi, che va vicino alla terza rete al 12° con l’esterno difensivo Russo (davvero convincente la prova del giovane menfitano) il cui tiro è deviato in angolo, ed un minuto dopo con Verardo che, solo in area, è autore di un colpo di testa che manda la sfera sopra la traversa.

Al 16° ci prova ancora Verardo con una conclusione da fuori area che fa la barba al palo.

Al 18° è la volta di capitan Giacalone (un trascinatore anche ieri ed un esempio da seguire nonostante le sue 43 primavere) che tira una punizione che viene neutralizzata dal giovane portiere avversario.

È il preludio della terza marcatura che arriva al 21° grazie al neo entrato Francesco Carelli che sfrutta al meglio un cross di Altamura e batte l’incolpevole portiere Buttacavoli.

Tripudio sugli spalti del bellissimo impianto sportivo di Carini con i tifosi menfitani che iniziano a far festa intonando cori che celebrano il salto di categoria.

Al 25° ci prova Campisi in contropiede, dopo una bella cavalcata di Zinna, ma non inquadra la porta.

Al 32° il quarto goal dell’Ares Menfi: il giovane Russo va via sulla fascia destra e mette in mezzo un pallone che l’attaccante Zinna non può fare altro che appoggiare in rete per il delirio del popolo menfitano.

Due minuti dopo la formazione del presidente Ludovico Viviani potrebbe quintuplicare con Altamura che riceve in mezzo una palla da Francesco Carelli ma spreca spedendo la sfera fuori.

Un successo meritato da parte dell’Ares Menfi che brinda alla Promozione a distanza di poco più di venticinque anni, quando allora il glorioso G.S. Menfi (capitanato dal presidente Riccardo Viviani) raggiunse, ad inizio anni novanta, persino il massimo campionato dilettantistico regionale, oggi Serie D.

Erano altri tempi, e chissà se da oggi la “dinastia” della famiglia Viviani possa continuare a regalare tante gioie e tante emozioni ad un pubblico menfitano che, finalmente, è tornato in gran numero a tifare e sostenere la formazione della propria città.

Domani seguirà uno speciale sulla promozione dell’Ares Menfi con foto ed interviste ai protagonisti.

Giannicola Scopelliti

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.