Ospedale di Sciacca. Sindaci contestano le carenze e chiamano Ficarra

Ospedale di Sciacca. Sindaci contestano le carenze e chiamano Ficarra

I sindaci di Sciacca e dei comuni dell’hinterland hanno sottoscritto un documento con cui sollecitano un incontro con il direttore generale dell’Asp per discutere delle problematiche dell’ospedale “Giovanni Paolo II”.

Il documento è stato trasmesso anche all’assessore regionale alla Sanità, invitato a verificare di persona la situazione. Erano presenti all’incontro gli amministratori di Lucca Sicula, Caltabellotta, Menfi, Montevago, Cianciana, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita Belice.

È stato dato mandato al primo cittadino saccense di manifestare una “fortissima preoccupazione per le criticità che si ripetono con cadenza ormai continua all’interno dell’ospedale di Sciacca. Il riferimento è all’ultimo episodio della carenza di anestesisti che ha bloccato per giorni l’ordinaria attività delle sale operatorie, ma anche a fatti che hanno interessato nel recente passato altri reparti”.

Una situazione che per i sindaci non è tollerabile. Per uscire dall’emergenza gli amministratori vogliono precise garanzie di un serio piano di rilancio e potenziamento.

Tratto dal giornale de La Sicilia – Giuseppe Recca 25/02/2016

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.