Ares Menfi, vittoria a Palma di Montechiaro e primato in classifica

Ares Menfi, vittoria a Palma di Montechiaro e primato in classifica

Non conosce soste la marcia dell’Ares Menfi che ieri, nella terza giornata del campionato di Promozione, ha espugnato il terreno di gioco della Gattopardo vincendo 1-0 confermandosi in vetta alla classifica.

Un successo per gli uomini di mister Pizzitola che porta ancora una volta la firma dell’attaccante Pasquale Galluzzo che alla mezz’ora di gioco con una gran bella punizione dai 25 metri ha trafitto il portiere palmese Savaia.
Nella ripresa i menfitani avrebbero potuto realizzare la rete della sicurezza grazie ad un calcio di rigore assegnato dal direttore di gara per un fallo sullo stesso Galluzzo, ma l’attaccante saccense si è fatto, però, respingere il tiro dagli undici metri.
I menfitani, contro una formazione locale che voleva cancellare lo zero in classifica, hanno ancora una volta dimostrato una certa solidità difensiva e, non a caso, sono l’unica formazione del girone A che non ha ancora subìto reti.

“È stata una gara piuttosto impegnativa – esordisce il tecnico Pizzitola – dove, soprattutto nella prima parte, abbiamo avuto alcune importanti occasioni prima del goal realizzato da Galluzzo. Potevamo chiuderla prima se non avessimo sbagliato il calcio di rigore ma devo, comunque, fare i complimenti ai miei ragazzi perché hanno saputo gestire bene il confronto rischiando pochissimo contro un avversario agguerrito che voleva a tutti i costi fare risultato. Archiviamo subito questa terza vittoria consecutiva e già da oggi pensiamo alla difficile sfida di sabato contro il forte Canicattì”.

Una vittoria importantissima per la formazione del presidente Viviani che mantiene la vetta della classifica a punteggio pieno in compagnia dell’Atletico Ribera, anch’esso vittorioso ieri (2-1) sul campo del Cinque Torri Trapani.

“Siamo contentissimi della vittoria ottenuta. È stata una partita molto tosta e difficile contro un avversario che voleva muovere la classifica cancellando lo zero – afferma il presidente Viviani.” “Siamo riusciti a fare del nostro meglio ma rimaniamo con i piedi per terra e siamo già proiettati al confronto interno di sabato con il Canicattì, una squadra molto forte accreditata alla vittoria finale. Spero che ci sia una bella cornice di pubblico ad incitare questi ragazzi – conclude il massimo dirigente del sodalizio menfitano – che stanno facendo molto bene e lavorano settimanalmente con tanto impegno e professionalità”.

Quella di sabato pomeriggio, infatti, sarà un primo ed importante banco di prova per l’Ares Menfi che affronterà una formazione considerata dagli addetti ai lavori come la squadra da battere, ma con gruppo di giocatori che sta iniziando ad esprimere un buon calcio e che può contare sull’entusiasmo scaturito dalle ultime vittorie, l’impresa per i menfitani non appare così tanto ardua.

Giannicola Scopelliti

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.