Olio d’oliva, due medaglie d’oro a Londra all’extravergine Oliove

Olio d’oliva, due medaglie d’oro a Londra all’extravergine Oliove

Samantha Di Laura, manager piemontese che ha messo radici in Sicilia, è «doppiamente” emozionata. Il suo Oliove, olio extravergine di oliva biologico di qualità superiore, una Nocellara monocultivar del Belìce proveniente dai territori di Campobello di Mazara, ha conquistato ben due medaglie. Due medaglie di bronzo per la qualità ed il packaging alla prestigiosa «London International Olive Oil Competition» 2020.

«Oliove – spiega l’imprenditrice – non è soltanto un olio di qualità, ma è soprattutto un progetto culturale. Il prodotto principe della Dieta Mediterranea, patrimonio Unesco, da condimento diventa alimento dalle grandi proprietà nutraceutiche. Dobbiamo promuovere il passaggio dal concetto di condire con un filo d’olio al fare colazione con pane e olio».

Il progetto Oliove, dal 2017 ad oggi, ha ottenuto 10 premi nazionali ed internazionali per l’innovazione, la qualità ed il packaging.

Samantha Di Laura ha fatto, da manager e imprenditrice – una scelta a suo tempo controcorrente. Nata a Vercelli, ma con origini siciliane, la manager piemontese vive da oltre dieci anni a Menfi, in provincia di Agrigento. Ed è a Menfi che Samantha Di Laura ha deciso di creare il suo progetto manageriale e imprenditoriale. E’ infatti fondatrice e Ceo di Scirocco Ethical Sales Management, una direzione commerciale in outsourcing specializzata nel Brand Positioning e nel commercio nazionale e internazionale di prodotti agroalimentari.

«L’olio extravergine di oliva siciliano fa parte della mia vita da sempre – dice Samantha Di Laura – sia perché la mia famiglia lo ha sempre prodotto (mio zio aveva un piccolo frantoio), sia perché mi sono sempre mossa in paesi in cui l’olio fa parte della cultura e della vita quotidiana: l’Andalusia e tutto il bacino del Mediteraneo, dall’Algeria alla Siria».

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.