Il Grillo con le pinne sbarca in Sicilia a nuoto

<strong>Il Grillo</strong> con le pinne sbarca in Sicilia a nuoto
Beppe Grillo

Grillo lo ha detto e lo ha fatto. Ecco lo sbarco eclatante del leader genovese in Sicilia. Dopo Garibaldi, dopo gli americani, forse lo sbarco, di oggi, in Sicilia di Beppe Grillo è stato meno importante? A questa domanda solo le urne potranno rispondere, sicuramente questo sbarco è stato il più mediatico.

Ma andiamo con ordine, oggi il simbolo mediatico vivente del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, in poco più di un’ora ha coperto i tre chilometri che separano la Calabria dalla Sicilia, molti erano gli scettici che non credevano all’impresa ma con piglio da nuotatore consumato il Grillo con le pinne c’è riuscito. Grillo c’è! Approdato a riva, Grillo, ha mostrato con la mano il segno di vittoria ai numerosi sostenitori presenti e soprattutto ai numerosi fotografi e giornalisti.

L’impresa è stata realizzata, l’intento è stato compiuto, la campagna elettorale regionale di Grillo a sostegno di Giancarlo Cancelleri per il raggiungimento della Presidenza della Regione Sicilia ha avuto inizio.

Le prime dichiarazioni di Beppe Grillo sono state: “E’ il terzo sbarco in Sicilia: prima sono arrivati i Savoia, poi gli Stati Uniti che hanno portato la mafia, e ora io con il Movimento 5 stelle”.

“La Grecia fallisce per il suo debito, la Sicilia fallisce per il suo credito verso lo Stato italiano che gli presta come elemosina solo una parte di ciò che gli deve, ma non pareggia mai il conto – aggiunge Grillo – La Regione Sicilia vanta un credito di un miliardo di euro nei confronti dello Stato italiano e le stesse imprese siciliane hanno un credito di 5 miliardi di euro”.

Pungente come sempre il Grillo parlante non le manda a dire anche dopo uno sforzo fisico così impegnativo.

E come sempre non sono mancate le polemiche sulla traversata, per esempio Gaspare Sturzo, candidato alla Presidenza della Regione Sicilia con Ilef (Italiani Liberi e Forti) ha detto : «È una delle sue solite pagliacciate. La politica non è uno spettacolo, anche se i protagonisti siciliani e non solo hanno reso la nostra Isola un teatrino». «Grillo domani mattina attraverserà lo Stretto, condizioni meteo permettendo, per attirare l’attenzione dei media – prosegue -, ma sappia che ci vogliono programmi ed idee validi per supportare politicamente il candidato del M5S alla Presidenza della Regione. I siciliani oggi non hanno bisogno di altri spettacoli, vogliono solo fatti e impegni veri».

Invece Vittorio Sgarbi tuona: «E’ un ignorante che nuota: grasso e non presentabile, sceglie di far parlare di se non per le idee ma per un gesto tipico dei dittatori, da Mussolini a Mao. Neppure troppo inconscia dimostrazione della sua concezione della politica».

I media ci sono stati, le polemiche pure, la prova fisica è stata superata, la campagna elettorale è iniziata, ora attendiamo di conoscere l’esito della prova elettorale. Unica prova dove contano solamente i consensi dei siciliani.

 

Alfonso Fiumarella

Scrivi un commento da Facebook

One Response to "Il Grillo con le pinne sbarca in Sicilia a nuoto"

Lascia una risposta

Your email address will not be published.