Grillo al 21%. Il fantasma dell’opera si sta materealizzando

<strong>Grillo al 21%</strong>. Il fantasma dell’opera si sta materealizzando

Sicilia dal virtuale al reale. “Grillo, sondaggi ci danno come prima forza nell’Isola”

Beppe Grillo

Il fiume di lava Grillo travolge tutto e tutti. Il comico genovese parla dritto al cuore della gente, usa parole semplici, si fa capire e rimette al centro il cittadino coinvolgendolo nella cosa pubblica. Anche se tra il dire e il fare c’è sempre il mare.

Quello della disoccupazione, degli esodati, della decrescita e del diritto dei cittadini di riprendersi ciò che costituzionalmente gli appartiene, sono argomenti che motivano e danno il segno che nel libero pensare degli italiani con lui o senza di lui nulla sarà come prima.

“I sondaggi ci attestano come seconda forza politica a livello nazionale e la prima in Sicilia. Non ci interessa il vostro voto se non state vicini a questi ragazzi. I candidati 5 Stelle sono laureati, preparati e motivati, eppure quasi sempre sono precari ed inoccupati proprio per il sistema che noi adesso combattiamo con programmi seri ed applicabili”.

Lo ha detto Beppe Grillo, che oggi ha fatto tappa a Favara (Agrigento) in occasione del suo tour siciliano in vista delle elezioni del 28 ottobre. Insieme a lui il candidato alla Presidenza della Regione siciliana e il portavoce del Movimento, Giancarlo Cancelleri.

Ad Agrigento Grillo e Cancelleri hanno fatto il loro ingresso in Piazza Marconi con il carretto siciliano, a Ravanusa  sono arrivati a bordo di una “lapa”. “Il nostro obiettivo – ha detto Cancelleri – non e’ riempire le piazze, come qualcuno ci ha accusato, ma fare crescere la consapevolezza ai cittadini che cambiare e’ possibile utilizzando la matita in modo sano in cabina elettorale, non cedendo per una volta ai ricatti di certa politica”.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.