Scala dei Turchi, la Procura di Agrigento ordina la demolizione dell’ecomostro

<strong>Scala dei Turchi</strong>, la Procura di Agrigento ordina la demolizione dell’ecomostro

L’ecomostro, che deturpa da circa vent’anni la spiaggia di Scala dei Turchi, verrà finalmente abbattuto. La Procura di Agrigento ha infatti notificato una ingiunzione a demolire lo scheletro dell’albergo al sindaco di Realmonte, Pietro Puccio.

L’ecomostro da abbattere

La struttura, sita a Punta Grande, fu costruito negli anni Novanta in una zona con vincolo paesaggistico. I responsabili della colata di cemento furono arrestati nel 1994 insieme ad alcuni esponenti della giunta comunale e della commissione edilizia ma l’iter per il ripristino dei luoghi è stato lungo e tormentato.

L’ingiunzione a demolire arriva ora dopo la pronuncia del Cga. La magistratura ha anche spiegato che la mancata demolizione configurerebbe i reati di abuso e omissione in atti d’ufficio. Anche per questo motivo, il sindaco Puccio ha già avviato i primi incontri con i dirigenti comunali, per verificare quali siano gli adempimenti da porre in essere per ottemperare all’ordine di demolizione, anche alla luce di eventuali novità legislative.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.