Biosbook, il Libro della Vita: il social network per la storia di famiglia

<strong>Biosbook, il Libro della Vita</strong>: il social network per la storia di famiglia

Con Biosbook – fusione tra la parola greca “bios” (vita) e il termine inglese “book” – possiamo ricostruire la propria esistenza attraverso la memoria collettiva dei nostri cari ora è più facile grazie all’aiuto del Web e di un’idea tutta italiana tra social network ed e-commerce.

Biosbook, il Libro della Vita

La startup italiana, creata Simonetta Pedarra e Fabio Faraglia, è composta da due impiegati quarantenni che finora hanno investito 20mila euro nell’impresa e sono alla ricerca di un terzo socio per dare nuova linfa economica al progetto che già conta quasi mille iscritti, tra cui anche stranieri.

Scrivere il proprio “libro della vita” su Biosbook può rivelarsi un’esperienza divertente. La propria esistenza sarà scandita da capitoli semplici da comporre. Racconteranno gli episodi quotidiani o remoti della nostra vita attraverso immagini e ricordi che potranno essere arricchite anche dagli amici e dai parenti che saranno invitati a farlo.

Sulla pagina dedicata al profilo personale c’è uno spazio in cui l’utente si descrive, e un altro in cui sono i nostri amici e i nostri cari a raccontarci dal loro punto di vista. Ovviamente non manca la bacheca per scambiare messaggi ed informazioni con tutti coloro che entrano a far parte della propria rete di amicizie e parentele.

In Biosbook, oltre poter ricostruire la propria storia, si possono anche creare eventi pubblici in cui la gente può raccontare come ha vissuto quell’esperienza o quel giorno.

L’idea di business è semplice: offrire la possibilità di stampare l’albero genealogico della vostra famiglia con le storie scritte da parenti che abitano in ogni parte del mondo, di stampare il libro dei primi anni di vita del proprio figlio raccontati da parenti e amici per regalarglielo appena sarà in grado di leggere, o creare un album alternativo per ricordare il matrimonio dei nostri amici. Gli ideatori puntano sulla possibilità di creare una versione cartacea dei biosbook personali e monetizzare dalla vendita di questi. Al momento (il progetto è ancora in fase sperimentale), ipotizzano un guadagno di 5 euro a libro.

Scrivi un commento da Facebook

One Response to "Biosbook, il Libro della Vita: il social network per la storia di famiglia"

Lascia una risposta

Your email address will not be published.