Raffaele Lombardo: “Mi sento libero e liberato da sanguisughe, parassiti e servi sciocchi”

<strong>Raffaele Lombardo</strong>: “Mi sento libero e liberato da sanguisughe, parassiti e servi sciocchi”

Raffaele Lombardo

Mi sento libero e liberato da sanguisughe, parassiti e servi sciocchi che nel frattempo si sono affrancati.

Raffaele Lombardo

“Non capitava da almeno 5 anni. Ho ripreso a guidare dopo almeno una dozzina d’anni. Ho incontrato molti amici in credito di una visita. Nel mentre il Partito dei Siciliani si interrogava ‘sull’eredità’, su chi deve possederla e perché. Una quarantina tra candidati e componenti di un cosiddetto comitato regionale su 240 e un centinaio di accompagnatori, tifosi, curiosi. Mi hanno riferito. Spiacciono le parole, non pronunziate in sala, di qualche aspirante sciacallo, ma è messo nel conto. Non è la prima volta che mi capita di riflettere sulle miserie di qualche uomo. Pochi in verità”.

“Mi sento libero e liberato da sanguisughe, parassiti e servi sciocchi che nel frattempo si sono affrancati.Non  mi convincono le correnti organizzate”.

“Di cosa stiamo parlando? Della corrente separatista? Di quella secessionista o della corrente filo governativa? Mi sembra piuttosto  il preludio di qualcos’altro”.

“Ai tanti liberi e forti dell’Autonomia a chi me lo ha chiesto, consiglio di aprirsi al mondo. Di coinvolgere i siciliani e di abbandonare le comodità del Palazzo; di eleggere democraticamente i capi; di sapere interpretare il dramma della povertà, del bisogno, del lavoro che non c’è. Io ho fatto la mia parte. E l’ho fatta fino in fondo scommettendo tutto me stesso. Ora spetta a loro”.

Nel Frattempo il senatore Giovanni Pistorio ha lasciato la carica di segretario dell’Mpa, ma ribadisce la necessità, di costruire un grande fronte autonomista e sicilianista insieme agli alleati della coalizione, a gennaio si svolgerà il congresso.

L’Mpa ha avviato la fase dio transizione nel Partito dei Siciliani il Comitato regionale del Partito dei Siciliani.

 

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.