Giovanni Ardizzone (Udc), verso la Presidenza dell’Ars

<strong>Giovanni Ardizzone</strong> (Udc), verso la Presidenza dell’Ars

Si sono insediati ieri nelle rispettive sedi, gli assessori del “Primo governo Crocetta”. La prima giunta è prevista per domani, mercoledì 28 novembre.

Giovanni Ardizzone

Completato il governo, l’attenzione si sposta su palazzo dei Normanni dove il 5 dicembre sarà inaugurata la XVI Legislatura.

Dopo il giuramento dei 90 deputati si passerà al voto per l’elezione del presidente dell’Ars. Candidato designato è il messinese Giovanni Ardizzone (Udc) fortemente voluto da Gianpiero d’Alia.

La coalizione che sostiene il presidente della Regione, Pd-Udc-Lista Crocetta, com’è noto, può contare su 39 voti, mentre per l’elezione del presidente dell’Ars al primo scrutinio occorre la maggioranza qualificata dei due terzi, ovvero 60 voti.

Alla seconda votazione, invece, sono sufficienti 46 voti. Se Ardizzone non dovesse raggiungere la maggioranza assoluta, si procede al ballottaggio tra i due più votati.

Sulla carta, dovrebbe essere un’elezione piuttosto travagliata, ma dai partiti dell’opposizione arrivano segnali distensivi, a cominciare dai «cugini» del Cantiere popolare che hanno annunciato che voteranno per Ardizzone che, però, arriverebbe a 44 voti, essendo cinque i deputati del Cp.

Posizione condivisa dal capo del Cantiere popolare, Romano, secondo cui “Ardizzone può costruire una maggioranza parlamentare. Rimaniamo opposizione, ma costruttiva”.

Intanto, domenica, si è riunito il coordinamento regionale del Pds, convocato a Piscitello, in vista del congresso regionale. C’era l’ex presidente della Regione, Raffaele Lombardo, mentre erano assenti il segretario dimissionario, Pistorio, e il deputato regionale D’Agostino. “Non sono molto interessato – ha detto Pistorio – sto avendo incontri politici molto stimolanti. Auguro a Piscitello ogni bene”.

 

Giovanni Ardizzone è nato a Messina il 15 gennaio 1965. Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e svolge tutt’oggi l’attività di avvocato. Eletto deputato all’Ars ininterrottamente dal 2001, svolge l’attività di parlamentare a Palazzo dei Normanni. Alle ultime elezioni del 2008 è stato rieletto nelle liste dell’Udc con 12.199 voti di preferenza. Nominato presidente del Collegio dei Deputati Questori è anche componente delle commissioni Attività Produttive e Statuto. è il vicesindaco di Messina.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.