Il Partito dei Siciliani: al via una campagna congressuale su piattaforma web

<strong>Il Partito dei Siciliani</strong>: al via una campagna congressuale su piattaforma web

Il Pds, Partito dei siciliani-Mpa si organizza e a poche ore dal vertice regionale convocato domenica ad Enna, lancia dall’Ars la propria “campagna congressuale a democrazia diretta”. Una “novità assoluta” in Italia per dirla con il coordinatore regionale Rino Piscitello perché “si svolgerà su piattaforma web”.

Raffaele Lombardo

Una risposta immediata e concreta a chi come l’ex capogruppo all’Ars, Nicola D’agostino aveva criticato i primi passi del partito e il ruolo del presidente della Regione, Raffaele Lombardo, lasciando intendere un avvicinamento al nascituro movimento del neo governatore Crocetta.

L’iter congressuale prevede delle novità. “Non mutuiamo i grillini – dice Piscitello – perché loro non utilizzano il web per creare organismi dirigenti e neanche le Primarie perché il centrosinistra sta scegliendo solo il premier noi, tutti i livelli dell’organizzazione”.

Previsti: segretari comunali, provinciali, regionali. Direttivi comunali e comitati provinciali e regionali oltre a una direzione regionale composta da 10 membri. L’iscrizione via internet sarà possibile da oggi su antudo.it (il nome del sito), dove antudo era il saluto, almeno così si ritiene, dei partecipanti al vespro siciliano del tredicesimo secolo.

Le candidature saranno presentate, invece, dal 7 al 9 dicembre. Il voto si svolgerà dal 20 al 22 dicembre e sarà aperto agli iscritti entro il 18 dicembre. La campagna congressuale si svolgerà dal 10 al 19 dicembre soprattutto attraverso comizi virtuali.

Dal suo blog, Raffaele Lombardo conclude così la sua presentazione: “L’auspicio è che l’adozione di questi metodi partecipativi basati sull’utilizzo di internet si riveli uno strumento importante per rivolgersi alla società Siciliana e per selezionare una classe dirigente, in parte nuova. E’ dato per scontato che i tornacontisti di ogni ordine e grado, non potendo succhiare sangue, si rivolgeranno altrove per proseguire il loro ignobile mestiere.”

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.