Augusta: 100 milioni di euro per il porto

<strong>Augusta</strong>: 100 milioni di euro per il porto

La Commissione europea ha approvato, in applicazione delle norme dell’UE in materia di aiuti di Stato, un aiuto di 100 milioni di EUR concesso dall’Italia a fronte di un progetto di investimento di 145,33 milioni di EUR nelle infrastrutture del porto siciliano di Augusta.

Porto Augusta

Il progetto di investimento consentirà al porto di Augusta di ristrutturare le infrastrutture esistenti destinate al traffico di merci e di ospitare il traffico di container. L’aiuto è stato ritenuto compatibile con le norme dell’UE in materia di aiuti di Stato in quanto persegue un obiettivo di comune interesse, ossia l’adattamento delle infrastrutture esistenti al trasporto intermodale. Inoltre, il progetto non sarebbe realizzabile in mancanza di un finanziamento pubblico e l’aiuto è limitato a quanto strettamente necessario per il conseguimento di tale obiettivo. Infine, le potenziali distorsioni della concorrenza sono relativamente limitate.

Il Presidente dell’Autorità Portuale di Augusta, Aldo Garozzo, esprime soddisfazione per l’essenziale traguardo raggiunto dopo due anni di istruttoria da parte della Commissione Europea che finalmente ha dato il via libera ai finanziamenti che permetteranno di far diventare Augusta un porto di transhipment valido e competitivo con i migliori porti del Mediterraneo e non solo, grazie alla realizzazione degli interventi oggetto della decisione ovvero: ampliamento piazzali, adeguamento banchine con attrezzaggio di gru a portale e nuovo terminal containers.

L’istruttoria costituirà inoltre una importante base per la realizzazione di una procedura europea da adottarsi in similari casi visto che la DG Concorrenza, per la volta, ha applicato tale nuova interpretazione. Tale parere si sommerà a quello DG Reggio che già si era positivamente espressa dopo aver valutato il recepimento delle linee di indirizzo che aveva dato la Commissione Europea tra cui in primis la creazione del “Sistema Intermodale della Sicilia Sud-Orientale”.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.