Menfi. Il M5S interviene sulla Piscina Comunale: “costa troppo”

<strong>Menfi</strong>. Il M5S interviene sulla Piscina Comunale: “costa troppo”

Riceviamo e pubblichiamo.

Piscina Comunale di Menfi

Il Movimento 5 stelle di Menfi, vista la colpevole assenza della classe politica locale ha creato un gruppo di lavoro per esaminare la gestione dei beni comunali, al fine di evidenziare eventuali sprechi ed inefficienze, e porvi rimedio con iniziative politiche mirate al miglioramento dei servizi offerti ai cittadini. Si inizia con la PISCINA COMUNALE, croce e delizia del nostro Comune.

Da uno studio attento del contratto in vigore, per la gestione della Piscina Comunale emergono numerose incoerenze e la mancanza di un’azione di controllo e verifica.

La convenzione di affidamento della gestione della piscina comunale, più specificatamente all’art. 12 stabilisce gli oneri a carico del concessionario, il quale si impegna ad applicare una tariffa “media” rispetto alle tariffe applicate dai comuni del circondario.

A seguito di un’attenta analisi delle tariffe applicate dai gestori delle piscine comunali dell’interland, il Movimento 5 stelle ha rilevato un sostanziale discostamento tra la media delle tariffe applicate da tutti gli enti pubblici e/o privati che gestiscono le suddette strutture e quella applicata dal gestore della piscina comunale di Menfi.

L’attuale tariffa di ingresso per usufruire della piscina comunale è di € 6,50, ben al di sopra del doppio della media delle tariffe applicate dagli altri gestori del circondario (qui la tabella dei prezzi di altre città siciliane).

Considerando che la struttura sportiva è stata costruita con i soldi dei contribuenti e che il concessionario riceve annualmente ben € 36.151,98 per sostenere le spese di gestione dell’impianto, che allo stato attuale presenta un evidente stato di degrado rispetto agli standard attesi, il Movimento 5 Stelle di Menfi, ha chiesto in una nota inviata all’amministrazione comunale, di adoperarsi per un adeguamento della tariffa di ingresso alla suddetta struttura sportiva al tariffario medio del circondario e di verificare inoltre se lo stato di mantenimento della struttura da parte del Gestore sia in linea con gli standard pattuiti in fase di assegnazione della concessione, nonché di vigilare affinché tutte le clausole della convenzione vengano rispettate a tutela dei cittadini e per l’efficienza della struttura.
La piscina comunale di Menfi rappresenta una risorsa per l’intera collettività e la sua accessibilità deve essere garantita a tutti coloro vogliano fare dell’attività fisica, e non solo ai cittadini benestanti. Attualmente lo sport menfitano vive grandi contraddizioni: da un lato una “attenzione particolare” verso la piscina, con conseguenti sprechi e inefficienze, dall’altro il grande impegno di varie associazioni di cittadini che hanno fatto rinascere a menfi molti sport, spesso senza il minimo supporto da parte dell’amministrazione, con risultati agonistici anch’essi di caratura nazionale. A dimostrazione che i cittadini hanno saputo fare meglio dei politici.
Il movimento 5 stelle propone di eliminare tali contraddizioni, e di distribuire equamente le spese a tutte le attività sportive, senza privilegiarne qualcuna in particolare.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.