Il ritorno di Prince con una band tutta al femminile

<strong>Il ritorno di Prince</strong> con una band tutta al femminile

Il primo indizio è partito proprio dal diretto interessato: il primo gennaio Prince, in un’intervista al suo fanclub, annuncia che il 2013 sarà un «grande anno». E così sono cominciate a circolare voci a proposito di un ritorno sulla scena della stella del funk-soul americano, a soli tre anni da 20ten, ultimo disco in studio e trentacinquesimo di una lunga carriera.

Prince
Prince – On line. La divulgazione di materiale inedito. Ieri nuovo brano e video. Live-film a Montreaux.

Lo scorso 7 gennaio, quindi, il misterioso account twitter e YouTube “3rd Eye Girl” aveva diffuso in rete alcuni nuovi brani di Prince, fra cui l’inedito Same Page Different Book, il remix del suo ultimo singolo Rock & Roll Love Affair (pubblicato lo scorso mese di novembre), la versione estesa di Laydown (dall’album 20ten del 2010) e una versione live di Bambi (dall’album Prince del 1979).

L’account faceva nascere un giallo. Chi si celava dietro “3rd Eye Girl”, ben sapendo che Prince è notoriamente anti-YouTube ed è noto per il blocco registrazioni non autorizzate.

Il giallo sulla divulgazione illecita di materiale inedito (quello che in gergo viene definito “leak”) è stato poi alimentato dall’assenza di dichiarazioni ufficiali al riguardo da parte dell’artista afroamericano. Pochi giorni dopo la loro pubblicazione, però, i brani inediti risultavano cancellati, ma il dubbio che dietro “3rd Eye Girl” si nascondesse l’entourage di Prince non ha abbandonato i fan, che sono abituati alle trovate pubblicitarie e mediatiche di un’artista che fu tra i primi, nel 1997, a pubblicare un disco esclusivamente online.

In seguito si è saputo che “3rdEyeGirl” è il nome della nuova band tutta al femminile (chitarrista Donna Grantis, Hannah Ford batterista e bassista Ida Nielsen) di Prince, e che i “leaks” facevano parte di una nuova strategia di lancio per un uomo che non lavora all’interno di una struttura discografica tipica da quasi 20 anni.

La scorsa settimana Prince è infine comparso nella sua città natale, Minneapolis, presso il Dakota Jazz Club, dove una serie di eventi a suo nome sono stati registrati come “jams” (“improvvisazioni”): si è trattato di esibizioni “segrete”, eppure aperte al pubblico, durante le quali l’artista avrebbe selezionato un nuovo batterista ed eseguito alcuni nuovi brani.
Fra questi la canzone Chapter & Verse, pubblicata online domenica dallo stesso misterioso account “3d Eye Girl”.
Tutto pare quindi pronto per l’annuncio di un nuovo tour mondiale, a due anni dall’ultimo che lo portò anche in Italia per una data unica a Perugia.

La storia del ritorno di Prince ha avuto ieri la sua ultima tappa, quando sul sito www. 20pr1nc3. com è comparso il brano Screwdriver, un travolgente rock’n’roll accompagnato da un lyric video nel quale il testo si alterna a spezzoni live dove The Artist si esibisce con una band tutta al femminile. Nello stesso sito è stato pubblicato anche un trailer a nome di NPG Records (l’etichetta discografica fondata da Prince) che preannuncia l’uscita di un film-concerto dedicato alle due esibizioni dell’artista al Jazz Festival di Montreux nel 2009.
Il 2013 di Prince, dunque, già molto movimentato, si presenta ancora ricco di aspettative. Federico Pucci

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.