Rosario Crocetta revoca incarico a Battiato e Zichichi

<strong>Rosario Crocetta</strong> revoca incarico a Battiato e Zichichi

Ieri Franco Battiato aveva detto: “Troie in Parlamento”. Crocetta chiede scusa, affermazioni gravi e inaccettabili.

Il Presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, ha deciso di revocare l’incarico di assessore regionale al Turismo al maestro Franco Battiato.

Franco Battiato

Dopo il maestro Franco Battiato si conclude la breve esperienza come assessore ai Beni culturali in Sicilia anche per lo scienziato Antonio Zichichi. Il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, ha deciso di revocargli l’incarico.

“Battiato ha fatto affermazioni gravi e inaccettabili”. Così il presidente della Regione, Rosario Crocetta, ha inviato le scuse del governo siciliano per le affermazioni definite “certamente non istituzionali ed offensive” di Franco Battiato, assessore regionale al Turismo, nei confronti dei parlamentari italiani. “Quando si sta nelle istituzioni, – ha detto Crocetta – si rispetta la dignità delle istituzioni medesime e, nel caso di Battiato sicuramente si è andati ben oltre e si è violato il principio della sacralità delle stesse. Siamo orgogliosi di appartenere al popolo italiano e di avere un Parlamento, l’espressione della sovranità del popolo e della partecipazione dei cittadini alla vita democratica”. “Quando si offende il Parlamento, si offende tutto il popolo italiano – continua il governatore – e ciò non è consentito a nessun componente delle istituzioni. Mi dispiace veramente molto, sono addolorato. Il Parlamento in questo momento è rappresentato da figure come Laura Boldrini e Piero Grasso, impegnati nel profondo per rinnovare il Paese e all’interno del Parlamento ci sono uomini e donne che cercano di trovare una soluzione in una fase drammatica della vita economica, politica e sociale”.

La replica di Franco Battiato – “Prendo atto con dispiacere che la mia frase, che ovviamente si riferiva a passate esperienze politiche caratterizzate da una logica da mercimonio offensiva della dignità delle donne, sia stato travisata e interpretata come una offesa al Parlamento attuale, per il quale ho stima, o per le donne – si è poi difeso Franco Battiato – e spiace altresì che la mia frase sia stata interpretata come una offesa “al Parlamento italiano attuale, per il quale ho stima, o per le donne, o al Parlamento europeo”. “Era evidente che il riferimento era a passate stagioni parlamentari che ogni italiano di buon senso vuole dimenticare. Stagioni – aggiunge – caratterizzate dal malaffare politico, dal disprezzo per le donne e per il bene pubblico”. “Dispiace, altresì, prendere atto che dopo un’ora e mezza di conferenza in cui abbiamo raccontato quello che stiamo facendo per ridare dignità e speranza alla Sicilia, sia passata una singola frase che ovviamente non poteva essere riferibile all’attualità”.
Il Video di Battiato sulle “troie”, pubblicato dal “Fatto”.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.