Etnaland: Il 20 aprile si apre il nuovo Themepark

<strong>Etnaland</strong>: Il 20 aprile si apre il nuovo Themepark

Le novità a Etnaland sono annunciate dai cambiamenti nello skyline della campagna di Belpasso. Sempre nel rispetto dell’ambiente, però, perché anche per la realizzazione del nuovo Themepark nessun albero è stato tagliato e un complesso progetto conservativo, durato oltre un anno, ha permesso di salvare oltre cento alberi, trapiantando “giganti della natura” come un secolare ficus alto circa quindici metri.

EtnalandE’ scrutando l’orizzonte, comunque, che si possono avere anticipazioni sulle novità realizzate nell’isola del divertimento catanese. E’ stato così, anni fa, con la costruzione della funivia, che, con il suo percorso pentagonale di 1800 metri sospesi a venti metri dal terreno, permette una vista, oltre che sul Parco, sull’intero territorio, dall’Etna fino al mare e al centro di Catania. Il panorama si è di nuovo arricchito tre anni fa, con la sagoma imponente della torre del Jungle Splash a tagliare l’orizzonte, un’attrazione giudicata fra le più affascinanti d’Europa con il suo salto nel vuoto da trenta metri.
E bisogna ancora rivolgere lo sguardo in direzione del mare oggi, per conoscere le novità più interessanti del nuovo Themepark, adesso che è stata confermata l’apertura al pubblico per sabato venti aprile. Ancora tre settimane di attesa e curiosità per poter finalmente provare le attrazioni di quello che si annuncia come il Parco più grande e importante del Sud Italia, per qualità della attrazioni, novità tecnologiche sviluppate, disegno estetico.

In attesa di poter finalmente scoprire dal vivo il magico mondo ideato dal direttore Francesco Russello, con il “tocco” fantasioso e originale dell’art director olandese Hester Klooserboer, i più curiosi possono scrutare l’orizzonte, fra ulivi, distese di fichi d’india e i profumi intensi della primavera siciliana.
Proprio al fianco della torre del Jungle Splash è facilmente riconoscibile l’intreccio di binari del coaster The Storm, la montagna russa di ultima generazione che si annuncia come una delle attrazioni più eccitanti del nuovo Parco, almeno per i più temerari, pronti ad affrontare un viaggio di un minuto sparati a oltre cento chilometri orari, fra giravolte, curve a testa in giù e improvvise discese da trenta metri di altezza.

Un gusto per le emozioni forti che trova soddisfazione anche in un’altra attrazione ormai facilmente riconoscibile anche da lontano: Etnaland Tower è infatti una colonna gialla alta oltre sessanta metri che si staglia imponente fra il verde degli alberi e l’azzurro del cielo. Ci sarà bisogno di una buona dose di coraggio per salire a bordo della piattaforma che si inerpica fino in cima, soprattutto per essere pronti a un salto giù nel vuoto a grande velocità, fino a toccare terra per essere poi sparati nuovamente come un proiettile verso la vetta della torre.

Infine, non può sfuggire allo sguardo la sagoma massiccia di Eldorado, coaster mine train di Etnaland Themepark, l’attrazione che ha richiesto il lavoro più impegnativo per ricreare l’ambiente di un’antica miniera siciliana di inizio Novecento. Un’altezza massima di ventitré metri, un percorso meno temerario e una velocità leggermente ridotta rispetto a The Storm non devono trarre in inganno: fra tunnel, curve e discese al buio e rocce che spuntano improvvisamente, una carica di adrenalina è comunque assicurata.

Ma se la vista da lontano, inevitabilmente, presenta le attrazioni adatte agli appassionati più coraggiosi, Etnaland Themepark offre occasioni spettacolari di divertimento anche per bimbi, famiglie e quanti cercano un diletto all’insegna del relax. E se a poche settimane dall’apertura i responsabili e i dipendenti del Parco mantengono ancora il più stretto riserbo sulle caratteristiche delle attrazioni, un aiuto per avere alcune anticipazioni viene dalla pagina facebook del Parco, dove un “popolo” di fans di oltre duecentomila appassionati è riuscito a sollevare il velo su alcune delle novità della nuova struttura di Belpasso.

Sappiamo così che le mascotte del Parco si chiamano Ciclopina e Ciclopino e che sono proprio loro ad accogliere gli ospiti più piccoli nell’area dedicata ai bimbi. E’ infatti il Castello di Ciclopino con le sue mura merlate dai colori vivaci a racchiudere una serie di attrazioni a misura di bimbo, creazioni originali per i più piccoli, oppure versioni in “miniatura” delle macchine dei grandi. Ed ecco allora, fra gli altri, Ciclopina Tower, il trenino Kasimiro, Hip Hop coaster, le montagne russe per bambini, il percorso urbano a bordo di veicoli elettrici di Bravekart e le mongolfiere di Billow Baloon, che salgono ruotando su se stesse fino a un’altezza di dieci metri.

Sempre dal web arrivano le prime anticipazioni sul cinema 4D, che promette un’esperienza multisensoriale unica, con gli spettatori che, oltre alla visione tridimensionale, saranno sorpresi da effetti speciali, capaci di stimolare emozioni improvvise. Arrivano, infine, le prime immagini di Kaos, novità assoluta dell’azienda tedesca Mack Rides, un’attrazione realizzata per la prima volta in un parco italiano: a bordo di piccoli battelli che ruotano su loro stessi, bisognerà improvvisarsi marinai per guidare lo scafo che si muove liberamente, mentre sarà necessario difendersi dagli attacchi degli altri visitatori, perché ogni barca è dotata di un vero e proprio cannone ad acqua, capace di inzuppare chiunque se centra l’obiettivo.

Mentre restano ancora segrete le caratteristiche di The School, l’innovativa dark ride interattiva di Etnaland, arrivano conferme che con l’apertura del Themepark alle nuove attrazioni si affiancheranno quattro “campioni” dell’Acquapark: Jungle Splash, Dragon River, Crocodile Rapids e Laser Show saranno, infatti, integrati nella nuova struttura, come pure la funivia e il Parco della Preistoria.

Sito Web: Etnaland

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.