Palermo. Le notti bianche al Teatro Patafisico

<strong>Palermo</strong>. Le notti bianche al Teatro Patafisico

Sabato e domenica “Le notti bianche” al Piccolo Teatro Patafisico

Un incontro magico fra due anime, fra due mondi, che appaiono in un’atmosfera irreale. La cornice è quella di una notte evanescente, durante la quale un’ombra vagabonda, insonne, “abitante di una solitudine notturna dominata dal sogno”, incontra un’altra solitudine.

Palermo. Le notti bianche al Teatro PatafisicoEcco che si apre uno squarcio nel proprio mondo irreale e il vagabondare diviene così una commovente avventura. C’è tutto questo ne “Le notti bianche – visioni di un sognatore”, spettacolo liberamente ispirato a “Le notti bianche” di Fëdor Michajlovič Dostoevskij, che andrà in scena sabato 20 e domenica 21 aprile alle 21 al Piccolo Teatro Patafisico di Palermo (in via La Loggia, 5 presso il padiglione 33 dell’ex-manicomio), per la regia di Laura Scavuzzo.

Con Dario Frasca ed Emilia Guarino (che ha curato anche le coreografie). La produzione è dell’associazione Pettifante. Le scenografie, le luci ed i costumi sono di Ambra Gioia. Musiche realizzate dagli OM (Gabriele Ajello, Marcello Barrale, Nicola Mogavero e Giuseppe Schifani). Ingresso 4 euro con tesseramento (la tessera associativa costa 3 ed ha validità annuale)

L’incontro fra le due ombre e il loro parlarsi rivela un tentativo di comunicazione che non sempre consente una reale intesa, anche se fra loro è possibile un amore “gentile e romantico”: l’uno usa la parola per raccontare i suoi sogni, l’altra la gioia della seduzione attraverso la danza”.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.