“Le donne si raccontano”: Evento del movimento civico Menfi2020

<strong>“Le donne si raccontano”</strong>: Evento del movimento civico Menfi2020

Mark Twain diceva <<L’umanità senza la donna sarebbe scarsa. Terribilmente scars a>>Come dargli torto.

La storia, però, ci ha mostrato un modello basato sul centralismo maschile, soprattutto in politica, colmo di difetti e, a volte, non adatto a percepire appieno i bisogni della nostra società.

Occorre ricordare infatti che quando si parla di politica, si parla di società e se si parla di società non si può certo trascurare la forte presenza femminile che la rappresenta. Potrebbe apparire forzato, ma l’impegno femminile in politica risulta logico ed essenziale. Il ruolo è senz’altro determinante, poichè la stessa presenza della donna nella società è enormemente cresciuta.

donne e societàPartendo da questo assioma diventa necessario invertire il modo di guardare e percepire la realtà in un sistema di contrapposto, e guardare il presente come un luogo in cui uomini e donne rappresentano due forme di espressioni complementari, due facce della stessa medaglia.

Prendendo spunto da queste riflessioni e volendo mantenere la promessa fatta il giorno della presentazione del gruppo Menfi2020 alla cittadinanza, in cui una signora domandava dell’assenza di donne alla manifestazione e alla quale si rispose dicendo che il futuro incontro del gruppo sarebbe stato “tutto in rosa”, Sabato  20 aprile 2013 alle ore 19.00, in via della Vittoria 239 nella sede del comitato elettorale della coalizione che appoggia Enzo Lotà Sindaco, sarà presentato un evento centrato sulle donne “che si raccontano…”  e sul ruolo che esse hanno nella società.

L’incontro sarà un appuntamento per discutere sulla partecipazione delle donne nella politica alla luce della nuova legge elettorale della Regione Sicilia, sul ruolo delle donne all’interno delle istituzioni e sull’integrazione sociale. Perché Identità in Armonia? Perché solo attraverso la completa e totale valorizzazione delle differenze di genere si possono e si potranno sviluppare nuovi e più efficienti modelli culturali e organizzativi nella società e nell’ambiente in cui viviamo. Lo sviluppo economico e sociale dell’Unione Europea non possono prescindere dalla partecipazione attiva delle donne alla gestione delle risorse umane; ragion per cui la politica e la tutela dei diritti umani non può prescindere dalla tutela dei diritti delle donne. Alla fine della serata intervento finale del candidato Sindaco.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.