L’ecomobile per tenere pulito il centro storico di Ortigia

<strong>L’ecomobile</strong> per tenere pulito il centro storico di Ortigia

Enzo Giudice: «Per realizzare i progetti servono i fondi dall’Ue».

Niente più rifiuti in Ortigia. Il centro storico di Siracusa si accinge a diventare una vera “isola ecologica”. Da sempre l’Ato Sr1, che si occupa del ciclo integrato dei rifiuti, mostra particolare attenzione per il salotto buono di città. Ma è in lavorazione un nuovo progetto pilota che «farà di Ortigia una vera bomboniera».

Ambiente

A spiegare i dettagli del programma è stato il presidente, nonché commissario liquidatore della Società, Enzo Giudice. «Il nuovo modello di raccolta e differenziazione per Ortigia è qualcosa che premia la bellezza del nostro territorio in maniera innovativa e sostenibile».

Virtuosismo e premialità sono le due parole d’ordine per il raggiungimento di tre obiettivi: servire, ridurre e differenziare. Il nuovo progetto di Ato Sr1 prevede infatti la realizzazione di una ecomobile, alimentata con fotovoltaico, che si sposta in orari e giorni prestabiliti per le vie dell’isolotto, permettendo alle famiglie, ai ristoratori e agli albergatori di conferire rifiuti differenziati in maniera innovativa.

Un c, che sarà distribuito a piccoli e grandi utenti, permetterà di accedere all’ecomobile guadagnando punti. Grazie al dispositivo magnetico che raccoglierà dati sul conferimento e le buone abitudini dei cittadini, sarà possibile destinare punti di vantaggio e in tal modo premiare i più virtuosi con uno sconto nella tassa sui rifiuti (Tarsu o Tares). I criteri premianti sono esclusivamente meritocratici, in quanto l’utente, di qualsiasi provenienza esso sia (domestico, non domestico o particolare come una scuola) potrà ottenere un punteggio attribuito secondo una tabella redatta ed inserita in un apposito regolamento.

Tale punteggio non è altro che il calcolo del peso rifiuto moltiplicato per il coefficiente “K” assegnato ad ogni materiale. Per ottenere il punteggio, l’utente dovrà identificarsi tramite il badge magnetico che potrà essere consegnato o direttamente ritirato dall’utente, pesare il rifiuto, conferirlo negli appositi contenitori all’interno del Centro Ecomobile e ritirare lo scontrino che attesti i pesi delle singole frazioni di rifiuto. Per ogni fascia di punti totalizzati, l’utente potrà avere diritto ad una categoria di bonus sulla tassa dei rifiuti. «Stiamo lavorando a questo progetto per i quali servono ovviamente particolari fondi – ha spiegato Giudice – che attendiamo dall’Unione Europea tramite la collaborazione della Regione Siciliana che vede di buon occhio la nostra idea per Ortigia».

Un importante contributo per il fiore all’occhiello dei siracusani che ogni anno accoglie numerosi turisti da ogni parte del mondo. L’iniziativa di Ato Sr1 dovrà inoltre essere realizzata con la collaborazione dell’Amministrazione comunale e con il coinvolgimento del ministero per l’Ambiente. Il nuovo ecomobile sarà piccolo, ma muovendosi elettricamente, la sua frequenza di spostamento all’interno di Ortigia potrebbe essere più assidua. Non solo. «Con l’ecomobile potremo evitare di avere rifiuti accatastati agli angoli delle vie – ha continuato Giudice – il conferimento e il conseguente smaltimento sarebbero immediati, oltre ad avere tutti i rifiuti correttamente differenziati».

L’iniziativa di gestione per Ortigia è stata sviluppata in sintonia con il decreto Ronchi che tra le azioni finalizzate a favorire la prevenzione e la riduzione della produzione dei rifiuti, prevede lo sviluppo di tecnologie pulite che consentano un maggior risparmio di risorse naturali.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.