Slow Food Day e Cantine Aperte. Feudo Arancio e Slow Food Sciacca per l’ecosostenibilità. Domenica 26 maggio 2013

<strong>Slow Food Day e Cantine Aperte</strong>. Feudo Arancio e Slow Food Sciacca per l’ecosostenibilità. Domenica 26 maggio 2013

Feudo Arancio e Slow Food Sciacca di nuovo insieme per far conoscere l’enogastronomia locale di alta qualità, legata alle tradizioni e rispettosa dell’ambiente.

slow_food_day_2013
Slow Food Day e Cantine Aperte
Domenica 26 maggio 2013
Feudo Arancio e Slow Food Sciacca
per l’ecosostenibilità.

Anche nel 2013, nell’ambito dell’evento Cantine Aperte, il baglio di Contrada Portella-Misilibesi (Sambuca di Sicilia) sarà una delle 300 “piazze” d’Italia che ospiteranno lo Slow Food Day (Scarica la Guda: Slow Food Day: il nostro spreco quotidiano), istituito per difendere e valorizzare “i cibi buoni, puliti e giusti”.

Domenica 26 maggio (dalle 10,30 alle 18), durante le consuete degustazioni, ad accompagnare le pregiate etichette della casa vitivinicola di Sambuca di Sicilia scelte dall’enologo Maurizio Maurizi – e precisamente Nero d’Avola e Grillo in purezza, Dalila (grillo-viognier), Cantodoro (nero d’avola-cabernet sauvignon) ed Hekate (passito di varietà aromatiche) – saranno i seguenti Presidi Slow Food: Salumi di Suino Nero dei Nebrodi, Vastedda della Valle del Belice, Pane Nero di Castelvetrano, Carciofo Spinoso di Menfi, Fragolina di Sciacca e Ribera, Cuddrireddi di Delia.

Delizie selezionate dai rappresentanti Slow Food di Sciacca, Nicola Napoli (fiduciario) e Nino Bentivegna (del coordinamento della condotta), e che, grazie al ”Mercato dei Viandanti e della Terra”, potranno essere acquistate direttamente dai banchi dei produttori.

Previsti anche due Laboratori del Gusto (ognuno da 50 posti e a pagamento). Il primo, curato da Nicola Napoli, Nino Bentivegna e Massimo Brucato (fiduciario Slow Food Agrigento) e denominato “Formaggiamo Siciliano”, sarà dedicato alla migliore produzione casearia dell’isola. Nell’altro, dal titolo “Mani divine, arte terrena: la pasticceria conventuale”, curato da Nicola Napoli, Nino Bentivegna e Nanni Cucchiara (fiduciario Slow Food Marsala) racconterà la storia della rinomata pasticceria siciliana, nata appunto decine di anni fa all’interno dei monasteri. Durante i due laboratori, inoltre, verranno degustate alcune etichette pregiate. Ma non finisce qui.

Il tema dello Slow Food Day 2013 è quello della lotta agli sprechi energetici ed alimentari. Ed infatti, durante la giornata, si terranno dei Convegni Itineranti sull’Ecosostenibilità. I tecnici di Feudo Arancio illustreranno tutte le pratiche e le tecnologie utilizzate in vigna e in cantina per diminuire i consumi idrici ed elettrici e anche per ridurre al minimo trattamenti e fertilizzanti chimici.

Per partecipare alla manifestazione che, oltre alle visite guidate e alle degustazioni ospita un concerto swing del gruppo Frequenze Retrò, è previsto un ticket d’ingresso di 5 euro, che da diritto alla sacca con calice d’assaggio professionale.

E’ gradita la prenotazione inviando una mail a:

andreapizzo@feudoarancio.it – 0925-579000

 

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.