Maxi-retata alla Regione: In manette ex assessori e burocrati

<strong>Maxi-retata alla Regione</strong>: In manette ex assessori e burocrati

arresti-alla-regione-624x300

Diciassette arresti per associazione a delinquere, corruzione, truffa e false fatturazioni. In manette pure due ex assessori e alcuni burocrati regionali. Quarantatré indagati, tra cui una sfilza di politici, chiamati a rispondere chi di corruzione, chi di finanziamento illecito ai partiti, chi di entrambi i reati. Società e milioni di euro sequestrati.

Viaggi, soldi e favori. Ecco i nomi degli arrestati

Ecco l’elenco degli arrestati a partire dall’inchiesta sul Ciapi.
Faustino Giacchetto, Stefania Scaduto (dipendente del Ciapi, ma indicata come segretaria di Giacchetto), Francesco Riggio (noto avvocato penalista e presidente del Ciapi), Luigi Gentile (ex assessore regionale e rappresentante della Regione siciliana nel Comitato tecnico scientifico del progetto Co.Or.Ap), Domenico Di Carlo (responsabile, per conto del Consorzio Asi di Palermo, del progetto In.La Sicilia), Gianmaria Sparma (ex assessore e dirigente generale del dipartimento degli Interventi per la Pesca della Regione siciliana), Pietro Messina (legale rappresentante della Effemmerre Group 007 srl e della Effemmerre Team srl, nonché titolare della Strategie di Comunicazione di Messina Pietro), Concetta Argento (moglie di Giacchetto), Gaspare Lo Nigro (ex dirigente generale dell’Agenzia regionale per l’Impiego e la Formazione professionale). Sulla vicenda sono stati concessi gli arresti domiciliari a tre persone. Si tratta di Sandro Compagno (capo area amministrativa del Ciapi), Carmelo Bellissimo (responsabile acquisti Ciapi) e Massimiliano Sala (titolare della ditta Filmax di Sala Massimiliano).

Giacchetto è finito in manette anche per l’inchiesta Grandi Eventi e con lui anche l’imprenditore Luciano Muratore e Antonino Belcuore (responsabile del “Servizio 20-Servizio turistico di Taormina” dell’assessorato regionale al Turismo).

Sulla vicenda, inoltre, arresti domiciliari sono stati concessi ad Elio Carreca (dirigente del Servizio 6 – Manifestazioni ed Eventi dell’assessorato regionale al Turismo) e Bruno De Vita (vicario del capo di Gabinetto dell’assessore regionale del Turismo della Regione siciliana).

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.