Ars, lavori d’Aula rinviati a mercoledì 2 ottobre 2013 (h.16)

<strong>Ars</strong>, lavori d’Aula rinviati a mercoledì 2 ottobre 2013 (h.16)

L’Assemblea regionale siciliana nelle due sedute pomeridiane di martedì 1 ottobre 2013, presiedute dal Presidente Giovanni Ardizzone, ha approvato la discussione generale e votato il passaggio agli articoli del disegno di legge “Modifica dell’articolo 15 della legge regionale 16 maggio 1978, n. 8 e successive modifiche ed integrazioni”, fissando il termine per la presentazione degli emendamenti a mercoledì 2 ottobre alle ore 12.

Ars

L’Aula inoltre ha approvato la mozione “Iniziative per attivare le misure di salvaguardia previste dall’articolo 7 dell’accordo tra l’unione europea e il Marocco e promuovere il “Born in Sicily”.

La Conferenza dei Presidenti dei Gruppi parlamentari, riunitasi il 30 settembre 2013, sotto la presidenza del Presidente, Giovanni Ardizzone, alla presenza del Vicepresidente, Salvatore Pogliese,  e con la partecipazione del Presidente della Regione, Rosario Crocetta, ha deliberato  all’unanimità la seguente agenda dei lavori parlamentari per la corrente sessione.

L’Aula terrà seduta:
– oggi, martedì 1° ottobre 2013, per la discussione degli argomenti già iscritti all’ordine del giorno e per avviare la discussione del disegno di legge n. 311/A “Modifica dell’articolo 15 della legge regionale 16 maggio 1978, n. 8 e successive modifiche ed integrazioni”;
– da mercoledì 2 a giovedì 3 ottobre, e da martedì 8 a mercoledì 9 ottobre 2013, per il seguito della discussione degli argomenti sopra individuati;
– giovedì 10 ottobre 2013, per comunicazioni del Presidente della Regione sulla situazione politica regionale.
Le Commissioni daranno priorità all’esame dei seguenti disegni di legge:
ddl n. 304 “Norme per la promozione ed il sostegno alle imprese dell’informazione locale”;
ddl n. 382 “Norme per la realizzazione di cantieri di lavoro presso gli immobili di proprietà degli Enti di culto”;
ddl n. 180 “Disegno di legge voto da sottoporre al Parlamento della Repubblica, ai sensi dell’articolo 18 dello Statuto, recante ‘Norme per l’apertura di una casa da gioco nel Comune di Taormina”;
ddl di variazioni di bilancio, di imminente presentazione da parte del Governo.
Nel corso della Conferenza, infine, è stato comunicato che è pervenuto, da parte del Governo, il Documento di economia e finanza (DEF), la cui approvazione è propedeutica alla manovra di bilancio.

I lavori d’Aula sono stati rinviati a mercoledì 2 ottobre 2013 alle ore 16 con il seguente ordine del giorno:
1) Comunicazioni.
2) Discussione dei disegni di legge:
a) “Modifica dell’articolo 15 della legge regionale 16 maggio 1978, n. 8 e successive modifiche ed integrazioni”. (Seguito)
b) “Schema di progetto di legge costituzionale da proporre al Parlamento della Repubblica ai sensi dell’articolo 41 ter, comma 2 dello Statuto recante ‘Modifiche dello Statuto della Regione siciliana aventi ad oggetto disposizioni in materia di ripudio della mafia a tutela dei diritti fondamentali dei cittadini, delle libertà civili, politiche, economiche e sociali” (n.223/A);
c)  “Modifiche alla legge regionale 20 aprile 1976, n. 35” (nn. 127-30/A).

3) Parere, ai sensi dell’articolo 41 ter, comma 3, dello Statuto siciliano, sui progetti di legge costituzionali nn. A.S. 42 e A.S. 363 concernenti modifiche dello Statuto della Regione in materia di procedure per la modifica dello Statuto medesimo.

4) Discussioni delle seguenti mozioni:
a) Interventi urgenti per la modifica dell’attuale Piano di gestione dei rifiuti e per la riduzione dei rifiuti indifferenziati in Sicilia; b) Rimodulazione e nuova assegnazione dei fondi di spesa comunitaria dell’Asse 3 e del P.O. F.E.S.R. Sicilia 2007-2013 per evitare il disimpegno automatico delle somme e migliorare l’offerta turistica in Sicilia; c) Iniziative per il rilancio dell’autodromo di Pergusa; d) Soppressione dell’ente porto di Messina e rilancio della “Zona Falcata”; e) Interventi a sostegno delle piccole e medie imprese siciliane titolari di emittenti televisive locali, per il rafforzamento tecnologico-organizzativo e la transizione al sistema digitale terrestre; f) Ripristino nel bilancio regionale del gettito derivante dalle operazioni effettuate in via telematica dalle imprese di revisione riconosciute ed autorizzate ad operare, nel territorio siciliano, dalla competente amministrazione regionale; g) Stabilizzazione dei rapporti di lavoro a tempo determinato.

5) Svolgimento, con carattere di urgenza, dell’interpellanza n. 104 “Chiarimenti urgenti circa la realizzazione di impianti di energia alternativa.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.