Gli Internazionali di cross approdano a Noto

Gli Internazionali di cross approdano a Noto

Il papà Benedetto non lo vede da Natale, ma assicura che suo figlio Tony Cairoli, domenica in Sicilia regalerà gradi emozioni. Il pluricampione del Mondo di motocross, capace nel 2013 di assicurarsi il 7° titolo iridato nel motocross, il 5° consecutivo nella MX1 dopo i due nella MX, sarà infatti tra le stella di prima grandezza della seconda prova degli Internazionali d’Italia di motocross che approdano in Sicilia dopo la prima prova svoltasi la scorsa domenica in Sardegna e che manco a dirlo ha visto il successo del pilota di Patti.

Antonio Cairoli«Sono ormai parecchi anni che Tony non corre in competizioni ufficiali in Sicilia – ci dice papà Benedetto Cairoli – e sono sicuro che domenica regalerà un grande spettacolo ai numerosi appassionati. Domenica scorsa sulla sabbia di Riola Sardo ha sbaragliato il campo, domenica a Noto è pronto a regalare il bis».

E Tony Cairoli già venerdì dovrebbe essere in Sicilia prendere parte alle prove degli Internazionali d’Italia che per la prima volta in assoluto approdano in Sicilia con al via i migliori interpreti del mondiale delle categorie MX1, MX2 e 125. Domenica le gare si svolgeranno nello splendido scenario del funzionale Crossodromo Village “Gino Meli” diventato in questi ultimi anni il punto di riferimento di tanti campioni internazionali per i loro allenamenti in preparazione del tour mondiale. con l’organizzazione curata nei dettagli dal Moto Club Vincenzo Lanteri di Noto diretto da Mimmo Meli, in collaborazione con la Off Road Pro Racing e la Federazione Motociclistica Italiana in testa la Fmi Sicilia diretta dall’ing. Francesco Mezzasalma e il contributo del Comune di Noto, in testa il sindaco Corrado Bonfanti.

«In Sardegna – spiega invece Tony Cairoli, pronto a dare spettacolo con la sua Ktm del Team Red Bul Factory – abbiamo trovato una pista particolare è una delle mie preferite: un tracciato con sabbia profonda e impegnativo, dove si può fare la differenza. Ho fatto buone partenze e tutto è filato liscio. Sono contento anche perché c’era un gran pubblico, più di diecimila persone che non si sono fatte intimorire dalla pioggia e si sono meritate uno spettacolo di ottimo livello, considerando che c’erano diversi protagonisti del mondiale. Ora questa seconda prova nella mia Sicilia, e sono sicuro che anche a Noto ci aspetta un bagno di folla».

Domenica (prove e preliminari dalle 7,30; prove dalle 8,55 e dalle 11,40 alle 16,40 le finali) previsti infatti oltre 5000 spettatori (biglietti al prezzo di 25 euro e 15 euro ridotto per donne e bambini che fino a 10 anni non pagano) e attesa anche per alcuni talenti siciliani che hanno già fatto bene nella prima prova in Sardegna: il messinese Antonio Mancuso e il catanese Manfredi Caruso.

Lorenzo Magrì La Sicilia

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.