Sciacca. Asp: “Inquinamento idrico nelle contrade di Sciacca”

<strong>Sciacca</strong>. Asp: “Inquinamento idrico nelle contrade di Sciacca”

Last updated on Ottobre 2nd, 2012 at 12:35 pm

Inquinamento idrico

Acqua inquinata nei quartieri periferici della periferia est della città. E’ quanto emerso dai rilievi effettuati dal servizi di igiene pubblica dell’Azienda sanitaria provinciale nell’acqua prelevata dai rubinetti delle contrade Isabella, Stancapadrone, Sovareto, Sant’Antonio e Cava di Lauro. I residenti attraverso un’ordinanza comunale sono stati invitati a non utilizzare per scopi potabili l’acqua fornita in queste zone. Dagli esami di laboratorio i campioni di acqua in uscita dal serbatoio di Rocche Rosse sono risultati “non conformi per la presenza eccessiva di cloro residuo libero”. Ulteriori rilievi saranno effettuati nei prossimi giorni, successivamente ad un intervento per verificare le condotte ed i serbatoi. L’ordinanza prevede anche che il gestore della condotta idrica garantisca l’approvvigionamento mediante autobotti.

Intanto, proprio nelle periferie cittadine è stato costituito un nuovo comitato spontaneo di cittadini che reclamano maggiore attenzione da parte delle autorità locali. Si tratta del comitato di quartiere “Bordea Guardabasso”, che si è costituito nel corso di una riunione di residenti e agricoltori. I problemi sollevati sono la viabilità (manutenzione delle strade rurali, illuminazione pubblica, servizi idrici, pulizia). Il comitato, guidato da Stefano Marchese, chiederà prossimamente un incontro con i candidati a sindaco per chiedere precisi impegni da rispettare poi in caso di elezione.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.