Carte prepagate: come funzionano?

Carte prepagate: come funzionano?

Come funzionano le carte prepagate? La principale caratteristica di questi prodotti risiede nel fatto che il cliente ha la possibilità di spendere solo la cifra caricata sulla carta. Cosa significa concretamente? Per capirlo facciamo un esempio specifico e molto semplice, ipotizzando una carta prepagata con un saldo disponibile di 1.000€.

Se il proprietario effettua un acquisto online di 1.200€, l’operazione non va a buon fine, cosa che invece non succede con una carta di credito tradizionale.

Come richiedere carte credito prepagate anonime

Sebbene siano chiamate anonime, sarebbe errato pensare che le carte prepagate anonime non siano riconducibili a un titolare. Per ottenerne l’emissione infatti è necessario presentarsi presso una filiale della banca emittente e presentare richiesta, fornendo le proprie generalità.

Fino a qualche tempo fa invece era possibile ottenere una carta prepagata, il cui plafond non poteva superare i limiti fissati dalle leggi anti-riciclaggio, senza farsi identificare. Oggi non è più così. La carta viene rilasciata, ma il richiedente deve esibire un documento di identità, perché per legge la banca emittente deve sapere a chi sta offrendo il servizio.

Carta prepagata Visa gratuita

Prima di scegliere la migliore carta prepagata gratuita sarà necessario tenere in considerazione il circuito di pagamento, molti istituti ormai offrono ai propri clienti circuiti Visa o Mastercard che consentono di usufruire di una rete di accettazione capillare.

La carta prepagata funziona come un normale bancomat basterà inserire il codice PIN ed effettuare il proprio acquisto con la massima sicurezza.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.