Conto deposito libero o vincolato? Pro e contro

Conto deposito libero o vincolato? Pro e contro

Sempre più in voga negli ultimi anni, il conto deposito è una forma di investimento sicura e piuttosto redditizia, compatibilmente con l’andamento del mercato. Perché? Gode della tutela del Fondo Interbancario di tutela dei Depositi, che consentono di ottenere rendimenti anche superiori al 2%.

Conto deposito migliore

Il conto deposito è un prodotto finanziario che consente ai clienti il versamento di somme di denaro sul proprio conto, generando un rendimento che potrà essere ottenuto tramite la maturazione dei tassi di interesse previsti dalla propria banca e concordati in fase contrattuale.

Esistono due tipologie di conto deposito a seconda delle caratteristiche dello stesso, il conto deposito libero permette al cliente il ritiro anticipato della somma versata a deposito senza alcun vincolo temporale, mentre il conto deposito vincolato consente di ottenere sicuramente un maggiore rendimento economico dato proprio dal vincolo posto dalla banca.

Conti deposito sicuri: i rendimenti

I conti deposito liberi permettono ai clienti di trasferire il proprio capitale sul conto deposito lasciando fruttare gli interessi anche per un periodo limitato di tempo scelto dal cliente, senza alcun obbligo temporale stabilito dalla stessa banca, permettendo ogni possibile guadagno ma avendo comunque accesso al credito libero.

Per i conti deposito liberi i tassi di interessi previsti che vengono garantiti dalle banche non sono particolarmente alti, tassi di interesse che oscillano tra l’1% e il 2,5% a seconda della banca e della tipologia di offerta scelta dal cliente.

Conti deposito 2016 vincolati

Il conto deposito vincolato a differenza dei conti liberi limitano l’accesso al credito in base alla scadenza del vincolo pattuito in fase contrattuale, range di tempo che varia a seconda dell’offerta della banca da un minimo di 1 mese fino a un massimo di 36 mesi.

In questa circostanza però gli interessi maturati saranno proporzionali al periodo di tempo del vincolo, scelta prediletta da chi non ha necessità di avere accesso al credito libero ma soprattutto da chi vuole ottenere un maggiore rendimento economico dal proprio investimento.

Scrivi un commento da Facebook

One Response to "Conto deposito libero o vincolato? Pro e contro"

Lascia una risposta

Your email address will not be published.