Prestiti personali per chi non lavora: come funzionano

Prestiti personali per chi non lavora: come funzionano

La crisi ha reso più complesso l’accesso al credito per chi non dispone di solide garanzie. Fortunatamente banche e finanziarie hanno introdotto linee di credito pensate per chi non dispone di un contratto di lavoro stabile. Vediamo quindi i vantaggi e le modalità d’accesso dei prestiti personali per chi non lavora.

Prestiti personali per chi non lavora: come ottenerli

Come ottenere prestiti personali per chi non lavora? Di solito gli istituti di credito concedono un finanziamento solo se ritengono che le garanzie reddituali presentate dal richiedente siano idonee a garantire la restituzione del finanziamento.

Nell’eventualità in cui il richiedente non sia in possesso di un reddito quindi è necessaria la presentazione di garanzie alternative, come il possesso di un bene su cui apporre un’ipoteca o la firma di un garante.

Quest’ultima è una soluzione di garanzia molto utilizzata e implica la sottoscrizione del contratto di prestito da parte di un soggetto terzo che si impegna a rimborsare il debito in caso di insolvenza da parte del beneficiario.

Requisiti per finanziamento con garante

Quali sono i requisiti per ricevere un finanziamento con garante? Nella maggior parte dei casi la banca che concede il prestito chiede che il garante abbia un conto corrente con accredito dello stipendio presso l’istituto. In questo modo sarà più semplice per la banca rifarsi sul garante in caso di mancato pagamento.

Stessa situazione per chi quanti scelgono un prestito emesso da Poste Italiane. Se il richiedente non ha garanzie sufficienti per assicurare il rimborso del credito sarà richiesta la presenza di un garante titolare di un conto corrente postale con accredito di stipendio o pensione.

Altro fattore da tenere presente è il passato creditizio sia del richiedente che del garante. È necessario infatti che nessuno dei due sia segnalato nei database SIC come cattivo pagatore o protestato, altrimenti verranno considerati come soggetti finanziariamente inaffidabili.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.