Cos’è il bonifico domiciliato e come funziona

Cos’è il bonifico domiciliato e come funziona

Cosa si intende quando si parla di bonifico domiciliato? Qual è la differenza rispetto al bonifico bancario? È una questione che tocca da vicino milioni di consumatori. Si tratta di uno strumento che permette di inviare denaro in tempi rapidi e senza rischi anche se il beneficiario non dispone di conto corrente. Vediamo in dettaglio la questione.

È quindi una risorsa valida per tutte quelle aziende o persone fisiche che si trovano a dover effettuare un pagamento attraverso un ufficio postale. Così, a prescindere da quale sia la ragione per cui si invia il denaro, utilizzando un bonifico domiciliato è possibile inviare denaro in modo sicuro da una parte all’altra dell’Italia. Il tutto a prescindere dal fatto che il beneficiario o il mittente siano titolari di un conto corrente.

Come eseguire il bonifico domiciliato

Ma come eseguire un bonifico domiciliato? Per fare un bonifico domiciliato è necessario recarsi presso un ufficio postale, dove è possibile fare un versamento in contanti per un importo massimo di 6 mila euro. Il pagamento si realizza attraverso Poste Italiane, poiché per riscuotere il credito il beneficiario deve solo recarsi presso l’ufficio postale più vicino con un documento d’identità valido e il codice fiscale.

Bonifico domiciliato come funziona

Tra i vantaggi del bonifico domiciliato troviamo un sistema di pagamento completamente sicuro. Il soggetto che invia il denaro ha traccia del pagamento fin dal giorno successivo al versamento del denaro. E qualora il beneficiario non dovesse incassare il credito entro il termine del mese l’importo sarà restituito al mittente.

Oltre a consentire di inoltrare denaro contante a chiunque, il bonifico domiciliato consente di risolvere alcune piccole questioni non proprio ordinarie. Ad esempio l’Inps può utilizzare un bonifico domiciliato per pagare le pensioni.

Sisal.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.