Taormina. Il ministro Mario Catania e i nodi dell’agricoltura italiana

<strong>Taormina</strong>. Il ministro Mario Catania e i nodi dell’agricoltura italiana

Last updated on Ottobre 2nd, 2012 at 01:20 pm

Mario Catania

Ha preso il via ieri a Taormina “Confagricoltura Academy”, il consueto appuntamento nazionale organizzato a Taormina da Confagricoltura, profondamente rinnovato ed arricchito con questa edizione del 2012. Ad aprire i lavori sono stati Gerardo Diana, presidente Confagricoltura Sicilia e Mario Guidi, presidente nazionale di Confagricoltura, mentre il saluto della Regione siciliana è stato portato dall’assessore regionale all’Agricoltura, Elio D’Antrassi. Oggi, oltre a numerose tavole rotonde e dibattiti, interverrà il ministro per l’Agricoltura, Mario Catania.
Il tema del meeting scelto da Confagricoltura per questi lavori che dureranno sino a sabato è “L’agricoltura in rete per la crescita”. Si dibatterà, è stato spiegato ed anticipato ieri da Diana e Guidi, su reti naturali, strutturate, associative. Mettere le imprese in network è la nuova sfida (ragionando ad esempio sulla portata dei contratti di rete); ma anche l’Organizzazione e l’associazionismo economico devono ristrutturarsi, individuando nuove forme operative.
Molti, come detto, gli illustri ospiti, di livello internazionale, che si alterneranno sotto i riflettori della kermesse. Si parlerà pure di riforma della Politica agricola comune, del dopo-crisi, di filiere.
Tra l’altro è stato proiettata ieri anche una interessante video-intervista a Olivier De Schutter, relatore speciale delle Nazioni Unite sul diritto all’alimentazione. Con una constatazione: l’agricoltura ha il dovere di produrre per sfamare il Pianeta.
Schutter nel suo recente rapporto sulla lotta alla malnutrizione, dalla denutrizione all’obesità, ha proposto di tassare il junk food, con troppi zuccheri e grassi, e favorire la produzione agricola locale.
Crisi, rete, diritto al cibo, riforma della Pac: Taormina in questi tre giorni sarà momento centrale di una progettualità innovativa che vede l’agricoltura motore della crescita.
Oggi pomeriggio intorno alle 17, come detto, la giornata di lavori sarà conclusa dal ministro Mario Catania, mentre per domani è prevista la presenza dei segretari Alfano, Bersani e Casini.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.