Detrazioni Fiscali per gli Affitti del 2016

Detrazioni Fiscali per gli Affitti del 2016

Per le persone che abitano in affitto e che dispongono di un affitto basso ora sarà possibile avere Detrazioni Fiscali importanti.

Grazie a questa nuova legge gli affittuari con regolare contratto di affitto stabilito nella legge 431 del ’98 e che avranno un reddito inferiore ai 16.000 euro anno avranno diritto ad un aiuto economico sotto forma di Detrazione Fiscale IRPEF dall’affitto.

Le condizioni necessarie per rientrare in questo tipo di agevolazioni sono che non si percepisca più di 30.000 euro all’anno. Nel dettaglio le agevolazioni si dividono in due scaglioni:

Per chi non percepisce un reddito superiore a 15.493 euro la detrazione sarà di 300 euro, mentre per chi raggiunge il reddito sopra citato ma non supera i 30.987 euro la detrazione sarà di 150 euro.

I premi aumentano considerevolmente nel caso di canoni affittuari concordati, cioè quando il contribuente è il diretto proprietario di locazione. Dunque avremo nel caso della soglia dei 15.000 euro un’agevolazione di 495 euro e 247 euro nel’ altro caso, di reddito fra i 15.000 e i 30.000.

Ma l’ampia forbice di detrazioni non è finita qui! Bensì ci sono delle forti agevolazioni per i giovani fra i 20 e 30 anni che decidono andare a vivere in un a casa con affitto. Infatti la Detrazione Fiscale in questo caso sarà di ben 991,60 euro. Cifra per niente male, che però spetta solo per i primi tre anni di affitto e se il reddito non superi la solita soglia di 15.493 euro. Importante tenere a mente che l’affitto della casa non potrà essere di un familiare.

Ma le detrazioni fiscali sull’affitto della casa se pensate che siano finite qui vi sbagliate, perché c’è né una ulteriore. Questa volta l’agevolazione riguarda i lavorati che sono costretti a trasferirsi per motivi lavorativi!

Infatti per chi si trasferirà ad almeno 100 km dalla casa di residenza precedente e nello stesso comune della ditta in cui si lavora si avrà diritto alle Detrazioni Fiscali che ora andremo a specificare:

Nel caso di stipendio sotto i 15.000 euro si potrà richiedere una detrazione fiscale di 991 euro mentre nell’altro scaglione dei 15.000 – 30.000  si otterrà quasi 500 euro in detrazioni fiscali dal proprio contratto di affitto.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.