Il montascale: una soluzione elegante per migliorare la vita di anziani e disabili

Il montascale: una soluzione elegante per migliorare la vita di anziani e disabili

Benché le case ed i luoghi pubblici debbano essere progettati, secondo normativa vigente, col minor numero di barriere architettoniche possibile, al fine di migliorare la fruibilità degli spazi anche per anziani e portatori di qualche disabilità deambulatoria, di alcune soluzioni “tradizionali” quali le scale difficilmente è possibile fare a meno. È per questo che sono stati sviluppati ritrovati tecnici per ovviare al problema: il montascale o servoscala è un ritrovato utile, maneggevole ed anche elegante per migliorare la praticabilità e permettere a chi non può far uso delle scale di godersi comunque la propria casa in totale serenità.

Parlando di servoscala o montascale intendiamo un particolare tipo di montacarichi sviluppato al fine di consentire il superamento di ostacoli quali possono essere le scale. Si tratta di uno degli ausili maggiormente utilizzati in sostituzione dell’ascensore: pratico da istallare e dai costi relativamente contenuti non richiede di praticare scassi e di lavori in muratura, diversamente dagli ascensori o elevatori. Per lo più consistono in pedane o piattaforme di carico di grandezza non superiore ai 4 metri che si spostano lungo un lato della scala grazie ad un motore elettrico e sono adatti ad ogni tipo di scala.

Possiamo distinguere vari tipi di servoscala:

  • Servoscala a pedana: per trasportare persone in piedi (non inferiore a cm. 35×35);
  • Montascale con sedile: per persone sedute (sedile cm 35×40, predellino per appoggio piedi di dimensioni non inferiori a cm. 30×20);
  • Montascale a sedile ribaltabile: fusione fra le precedenti soluzioni, utile per il trasporto di persona in piedi o seduta;
  • Montascale a piattaforma ribaltante: ideale per persone costrette sulla sedia a rotelle (piattaforma non inferiori a cm. 70×75);
  • Montascale a piattaforma e sedile ribaltante: per persone sia in piedi sia sulla sedia a rotelle (dimensioni pari al precedente).

Per quel che riguarda, invece, il sistema di trazione si hanno tre differenti soluzioni:

  • Pignone e cremagliera: a mezzo di un motore e una ruota dentata la piattaforma si sposta lungo la scala seguendo il percorso tracciato da una guida.
  • Aderenza: Il motore è installato direttamente sulla piattaforma, ma la ruota dentata è sostituita da una serie di rulli che aderiscono a pressione alla una guida: con la rotazione dei rulli la piattaforma sale.
  • Fune: il sistema di funzionamento è identico a quelle delle funivie. Il motore è posto all’esterno, nella parte alta della scala. Una volta azionato, questo procederà nel far scorrere la corda tirando a sé il montascale. È la soluzione più agevole e comoda poiché assente delle vibrazioni fastidiose prodotte dal motore incorporato nelle pedane degli altri due modelli. Inoltre ha dimensioni più ridotte consentono la sua installazione in luoghi angusti e la compattezza un maggior carico di peso.

Per concludere, esistono molte aziende produttrici di montascale e piattaforme elevatrici, e ce ne sono davvero di tutti i tipi atti a soddisfare non solo i bisogni pratici ma anche quelli estetici.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.