Come guadagnare con i conti deposito nonostante i tassi bassi

Come guadagnare con i conti deposito nonostante i tassi bassi

Oggigiorno molti sono stati scoraggiati anche dal conto deposito migliore, per i rendimenti non più elevati come un tempo, eppure si può ancora guadagnare nonostante i tassi bassi, perché anche se il mercato finanziario è in forte crisi questo tipo di conto rimane quello che offre i rendimenti più elevati, nonostante orai si aggirino sull’1% e non raggiungano più i fasti del 2,5-3% degli scorsi anni.

Occorre dire per prima cosa che i conti deposito sono garantiti dal Fondo Interbancario, quindi a livello di sicurezza sono il massimo che si possa avere in quanto nessuno toccherà mai il capitale investito. Un investimento si definisce sicuro quando non sussiste nessun rischio alla perdita del capitale investito. Poiché però i tassi di interesse netti sono ormai molto bassi le uniche cose che possono fare la differenza nell’investimento sono il capitale investito e il tempo.

Un altro fattore che può fare la differenza, assolutamente non trascurabile, è il moltiplicare i depositi, ovvero il numero di conti deposito che si hanno in modo da poter sfruttare i rendimenti variabili delle varie banche che li offrono nonché i bonus. I bonus di apertura conto sono infatti ciò che di meglio possa offrire il mercato finanziario in questo momento poiché offrono, per un limitato periodo, un tasso premiale elevatissimo se confrontato con quello che c’è nel mercato. Cogliere l’occasione dei tassi premiali aprendo più conti deposito contemporaneamente con questo tipo di “premio”, renderà il ricavato molto più alto di quello che si avrebbe con un singolo conto deposito.

Facendo un esempio, se si hanno 100000 euro da mettere in un conto deposito, sarebbe bene aprirne 5 da 20000 scegliendoli tra quelli che offrono tassi premiale più alti in modo che ala fine dell’anno si possa raccogliere una notevole somma.

Alcuni tassi premiali sono anche del 3%, con un guadagno di 30 euro ogni 1000 euro depositati, ovvero di 3000 euro per 100000 euro depositati, cifra che certamente non è male di questi tempi e senza correre alcun rischio sul capitale investito.

Se non si ha bisogno di ritirare il capitale l’anno seguente, il bottino potrebbe anche crescere di altri soldi visto che gli interessi continueranno a far crescere il piccolo investimento fatto, con incrementi che oggigiorno neanche i piani di accumulo assicurativi riescono più a dare.

Nonostante il basso rendimento il conto deposito rimane quindi la cosa migliore su cui investire, perché si può chiaramente dire che il valore tra sicurezza e rendimento è talmente alto da rendere questo tipo di conto il più appetibile.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.