Cultura e solidarietà, “Gran galà” a Monreale

Cultura e solidarietà, “Gran galà” a Monreale

Sono arrivati da diversi Comuni della provincia, ma anche dall’Agrigentino e dal territorio catanese, messinese e agrigentino per il Gran Galà della Cultura e della Solidarietà 2019 celebrato a Monreale dal Parlamento della Legalità coordinato da Nicolò Mannino, Salvatore Sardisco (rispettivamente presidente e vice presidente) e dal generale di corpo d’armata Carmine Lopez, comandante interregionale della guardia di finanza e presidente onorario del movimento. Una festa che ha visto in prima fila il procuratore generale di Caltanissetta Lia Sava, e il già rettore della Facoltà di Giurisprudenza Antonio Scaglione, figlio del magistrato Pietro Scaglione ucciso dalla mafia nel 1971, al quale è stata consegnata la pergamena del “Premio Memorial”.

Tra gil “amici” del parlamento della legalità, in prima fila il generale di divisione Giovanni Cataldo, comandante della Legione Sicilia dei carabinieri, l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione e Formazione Roberto Lagalla e la vice presidente della commissione Lavoro della Camera dei deputati Renata Polverini.
Da tutti un appello: “L’antimafia la parola legalità è stata troppe volte abusata e violentata. Oggi dobbiamo parlare ed educare alla speranza, alla cultura del rispetto della vita, del diverso, di chi ha bisogno non di parole ma di gesti forti e credibili. Cultura dei diritti e dei doveri, di un autentico impegno quotidiano per riscattare questa terra che ha visto cadere troppi suoi figli divenuti martiri della giustizia”. Anche il presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati ha voluto essere presente con un messaggio che manifesta apprezzamento e stima per il cammino culturale del parlamento della legalità e per la “missione” che vive nel nostro Paese. L’evento culturale, che ha avuto il suo primo momento nella chiesa degli Agonizzanti, si è concluso al “Giardino degli Aranci” dove una studentessa del “Ferrara” arrivava dalla Romania ha consegnato un Gesù Bambino al procuratore generale Lia Sava, gesto accompagnato da una lettera toccante e commuovente. Dopo questo evento, una delegazione di 64 componenti del Parlamento della Legalità guidata da Mannino e Sardisco, è pronta ad andare al Cairo per incontrare le massime autorità egiziane e insediare un’ambasciata culturale proprio sul tema della condivisione e del dialogo fraterno.

Fonte: Giornale di Sicilia, Palermo – 16/12/2019

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.