Bitcoin: La sua logica in 4 step

Bitcoin: La sua logica in 4 step

Prima di usare e acquistare bitcoin, bisogna tenere a mente che si tratta di una valuta diversa da quella tradizionale, perciò è bene informarsi preventivamente sui rischi che si corrono. Qui di seguito elenchiamo i processi logici legati alla funzionalità di questo sistema finanziario rivoluzionario:

  1. I computer dei minatori sono configurati per compiere complicati calcoli di verifica, necessari sia per cercare a ritroso nella blockchain sia per blindare matematicamente la procedura impedendone, con una sorta di sigillo, la manomissione futura del blocco e quindi dei contratti in esso contenuti.
  2. Le transazioni verificate e la matricola identificativa sono uniti per generare l’hash (nel contesto reale è un processo che simula la figura del notaio).
  3. Ciascun minatore ha quindi il compito di cercare tra tutte le matricoli possibili quella che genera il sigillo, facendo a gara tra tutti gli minatori per arrivare primo alla soluzione. Chiunque trova la soluzione a questo problema può validare il blocco, indicare agli altri minatori qual è la matricola identificativa corretto e quindi aggiungere una nuova pagina alla blockchain.
  4. La diffusione e condivisione decentralizzata dei nuovi blocchi garantisce che in futuro i minatori utilizzeranno tutti lo stesso identico registro di contratti, impedendo matematicamente che un singolo possa apporre firme false o approvare la cessione di beni inesistenti.

Consigli per chi vuole fare trading di bitcoin online: il primo consiglio che tutti suggeriscono è quello di investire solo quello che si è disposti a perdere, essendo questo un mercato molto giovane, rischioso e ancora non ben regolamentato. Un altro consiglio, il più importante, è quello di tenersi aggiornati, studiare e continuare ad informarsi in modo da coltivare un pensiero critico e lucido. Ormai con Internet abbiamo tutti la possibilità di farlo.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.