Sicily by Car: Tour della Sicilia occidentale

Sicily by Car: Tour della Sicilia occidentale

La Sicilia è un’isola ricca di storia e tradizioni millenarie, dove le bellezze paesaggistiche si integrano alla perfezione con la cultura gastronomica locale. Ecco i luoghi da non perdere assolutamente per un tour in macchina nella parte occidentale dell’isola.

Fonte: Wikimedia

Il capoluogo

Il viaggio inizia da Palermo, Passeggiando per il centro storico, mentre si visita il Castello della Zisa e il Teatro Politeama, non può mancare qualche fermata strategica per assaporare il famoso street food siciliano: pane ca’ meusa, panelle, fritture di pesce o le famose arancine. Non perdetevi una visita alle chiese arabo-normanne della cattedrale di Palermo, un meraviglioso monumento dichiarato patrimonio UNESCO, e della Martorana. Da lì, ci si può spostare verso la zona del Teatro Massimo, il più grande teatro lirico d’Italia e il terzo in Europa. La sera è il momento opportuno per mischiarsi alla caotica movida palermitana.

Sulle tracce dei Greci

Il tour della Sicilia occidentale prosegue con uno spostamento in direzione Agrigento. Anche chi non ama i lunghi trasferimenti in auto non corre il rischio di annoiarsi: fuori dal finestrino la natura offre un susseguirsi di panorami mozzafiato con i colori dell’entroterra siciliano. Chi volesse qualche idea alternativa, potrebbe affidarsi alla mitica settimana enigmistica, o ai videogiochi come la classica roulette, un rilassante tetris o un avvincente PUBG, basta avere uno smartphone carico e la noia è sconfitta.

Ad Agrigento, tappa obbligata è la Valle dei Templi: patrimonio UNESCO dove ammirare uno dei siti archeologici meglio conservati della civiltà greca. Poco distante, per chi ha voglia di fare un tuffo, c’è la spettacolare Scala dei Turchi: un complesso di roccia bianca a picco sul mare, davvero mozzafiato. La sera è bene dedicarla a una visita della città gustando i piatti tipici, come la caponata di melanzane e le grigliate di pesce locale.

Fonte: Wikimedia

 

Le meraviglie del Trapanese

Gli amanti della cultura greca dovranno obbligatoriamente fare tappa a Selinunte, dove i ruderi di un’antica città fanno da sfondo al più grande parco archeologico d’Europa, ricco di templi e santuari. Una volta terminato il tour si può concludere la giornata a Marsala: piccola ma vivace cittadina famosa per le saline che meritano certamente una visita, soprattutto al tramonto. Per cena si può scegliere uno dei tanti locali che offrono specialità locali, come il cous cous di pesce e le busiate alla trapanese, o un drink nei bar dell’antico mercato del pesce.

Da Marsala ci si sposta a Erice per passare qualche ora in questa meravigliosa cittadina medievale, ricca di chiese e caratteristiche viuzze, mentre la vista panoramica dal Castello di Venere vi lascerà letteralmente senza parole. In seguito è possibile visitare Segesta, città risalente al tempo degli Elimi dove è presente un antico teatro e un bellissimo tempio greco. Sulla costa, Trapani è la meta perfetta per una passeggiata sul lungomare gustandosi una tipica granita siciliana, rigorosamente con la brioscia, o un classico cannolo di ricotta. L’ideale sarebbe concludere alla Torre di Ligny, che si affaccia sulle isole Egadi, da dove ammirare uno dei tramonti più belli d’Italia.

Risalendo lungo la costa, verso Palermo, non perdetevi una fermata alla Riserva dello Zingaro: una meravigliosa area naturale protetta ricca di spiaggette nascoste che degradano in uno degli scorci di mare più belli del Mediterraneo.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.