Sicilia, quattro commissari per sbloccare opere da 11mld

Sicilia, quattro commissari per sbloccare opere da 11mld

Manca ancora un ultimo step in Parlamento per il Dpcm con le nomine dei commissari straordinari individuati dal Governo per sbloccare 58 opere pubbliche strategiche, di cui 8 in Sicilia dell’importo di 11 mld.

Le opere riguardano interventi infrastrutturali caratterizzati da “un elevato grado di complessità progettuale, da una particolare difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico-amministrative”.

Ecco i nomi dei commissari che, in base allo “sblocca cantieri”, avranno il compito di accelerare progettazioni e lavori.

Raffaele Celia, responsabile nuove opere area Centro dell’Anas, è stato indicato per la statale Ragusa-Catania (754 mln) e l’adeguamento a quattro corsie della statale 640, nota come “strada degli scrittori” (990 mln);

Filippo Palazzo, dirigente Rfi in pensione, per il ripristino della linea ferroviaria Palermo-Trapani via Milo (144 mln) e per il collegamento ferroviario Palermo-Catania-Messina (8,7 mld);

Ornella Segnalini, dirigente in pensione del Mit, per far ripartire i lavori alla diga Pietrarossa (60 mln);

Pasqualino Monti, presidente Autorità portuale Sicilia Occidentale, per il rilancio del polo della cantieristica navale nel porto di Palermo (155 mln); Gianluca Ievolella, provveditore Opere pubbliche di Sicilia e Calabria, per il secondo lotto della cittadella della polizia di Palermo (102 mln) e il complesso polifunzionale della polizia di Catania (128,5 mln).

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.